giovedì 28 aprile 2016

I book-tastici 7 #2 Febbraio e Marzo

Ben trovati con il secondo appuntamento della rubrica: I book-tastici 7


 In collaborazione con altre cinque faciulle, di cui vi lascio i link:
- Ilaria Rodella
- Elisa di Devilishlystylish2011
- Virginia di Le recensioni della libraia
- Svamps di Oh ma che ansia
- Elena di Una rosa per amica

Il link al primo post QUI, riferito alle letture di Dicembre e Gennaio.

E ora vediamo quali sono le mie scelte per le letture di Febbraio e Marzo.

1.Personaggio femminile
Lady Aileana protagonista di La cacciatrice di fate di Elizabeth May

Lady Aileana non ha paura della notte: è nelle pieghe del buio che può compiere la sua missione. Non ha paura degli stretti vicoli di Edimburgo e dei pericoli che vi si annidano: è lì che può trovare le sue prede. Perché Aileana, giovane figlia del marchese di Douglas, nasconde un segreto: se di giorno è una perfetta gentildonna del diciannovesimo secolo, alle prese con gioielli, vestiti e feste scintillanti, di notte è una spietata cacciatrice di fate. Tutto è iniziato un anno prima, la sera del suo debutto in società: la stessa, tragica sera della morte di sua madre, uccisa da un essere soprannaturale. Da allora, Aileana sente dentro di sé una voce selvaggia che la sprona alla vendetta. Da allora, ha intrapreso un duro addestramento per imparare a combattere le fate: creature assetate di sangue che si nutrono dell'energia vitale degli umani. È stato Kiaran, il suo affascinante maestro, a fare di Aileana una guerriera, allenandola alla battaglia. E sarà lui a farle scoprire lo straordinario destino che l'attende. Perché Lady Aileana è l'ultima cacciatrice di un'antica stirpe, l'unica in grado di proteggere l'umanità la notte in cui tutte le fate si risveglieranno. La notte, ormai imminente, del solstizio d'inverno.

In una Edimburgo del 1844 abbiamo Lady Aileana che di giorno è la giovane figlia del marchese, rispettosa delle regole sociali. Di notte si trasforma in cacciatrice di fate. Combattimenti e invenzioni utili alla sua causa sono il suo pane quotidiano.
Per una volta non son restata delusa dalla protagonista femminile. Orgogliosa, testarda e decisa.
Recensione dedicata QUI.
Speriamo che la casa editrice decida di proseguire con la trilogia. :|

2. Personaggio maschile
Denton Little di DeathDate di Lance Rubin.

Denton Little ha diciassette anni e una sola certezza: morirà la notte del ballo di fine anno. Ma – escluso il pessimo tempismo – nulla di strano. Perché il mondo di Denton funziona così: tutti conoscono la data della propria morte, e tutti aspettano il fatidico momento contando i minuti. Per questo, fino a oggi, la vita di Denton è stata piuttosto normale: la scuola, gli amici e Taryn, la fidanzata. Ma ora mancano due giorni al ballo... e Denton sente di non avere più un secondo da sprecare. Non soltanto perché vuole collezionare più esperienze possibili in meno di quarantotto ore – la prima sbronza, la prima volta, e il primo tradimento – ma anche perché le cose sembrano essersi improvvisamente complicate. Chi è l’uomo sbucato fuori dal nulla che dice di avere un messaggio da parte di sua madre, morta ormai da molti anni? È soltanto un pazzo? E allora perché suo padre ha iniziato a comportarsi in modo tanto bizzarro? D’un tratto le ultime ore di Denton Little si trasformano in una corsa contro il tempo, una disperata ricerca della verità. E forse di una via d’uscita. Dalla straordinaria penna di Lance Rubin, il primo romanzo di una nuova serie distopica. Una lettura brillante, irriverente e provocatoria. Una storia che vi lascerà con il fiato sospeso e che metterà in dubbio tutte le vostre certezze.

Denton è...bizzarro, magari non molto sveglio, ma recupera in simpatia.
Questo libro è da leggere, favoloso. Un buon mix di ironia e catastrofi con una punta di mistero in un mondo in cui tutto sembra essere calcolato. Come la propria data di morte. :O

3. Citazione
Dal terzo e ultimo capitolo della serie Ruin. Ricordati di perdonare di Rachel Van Dyken.

Ho cercato di rifarmi una vita. Sono fuggita nel cuore della notte dall'altra parte del Paese, mi sono iscritta al college sotto falso nome. Per un po', ha funzionato. Sono diventata Lisa, l'allegra e vivace studentessa, sempre pronta a divertirsi. Eppure, ogni volta che qualcuno si avvicinava troppo a me, sentivo l'impulso di scappare di nuovo. Ogni volta che un ragazzo mi sfiorava, provavo solo una paura disperata. Perché non si può cambiare la propria anima. Non si può cancellare il passato. E gli errori che ho commesso mi tormentano come spiriti inquieti. Ma tutto è cambiato nell'istante in cui ho conosciuto Tristan. Lui è completamente diverso dagli uomini che ho conosciuto. È onesto, leale, buono. Ed è convinto che tutti meritino una seconda occasione. Vorrei potergli credere. Vorrei confidargli il mio segreto. Ma ho paura che così facendo trascinerei anche lui nel baratro...
(Recensione QUI)
Quando un cuore va in mille pezzi non fa rumore. Ma fa male. Dio, se fa male. Un minuto prima va tutto bene, respiri, senti il sangue che scorre nelle vene. E poi? Un secondo dopo non riesci a sentire altro che un peso insopportabile che ti schiaccia il petto e il terreno che sprofonda sotto i piedi, portandosi dietro il cuore.
4. Copertina
Per sempre noi di Sarah Dessen

Sydney è cresciuta all’ombra del fratello, quasi fosse invisibile. È lui che è sempre stato al centro dell’attenzione, nella sua famiglia. Nonostante i guai che combina. L’ultimo è stato davvero grosso: si è messo al volante della sua auto ubriaco, ha investito un ragazzo e ora sta scontando un periodo di carcere. E mentre i familiari si preoccupano per Peyton, Sydney non riesce a darsi pace per la vittima dell’incidente, attirando su di sé le critiche dei genitori. Le cose per lei cambiano quando, nella nuova scuola che frequenta, fa amicizia con Layla, una ragazza effervescente che presto le fa conoscere la propria famiglia, ben diversa da quella di Sydney. I Chatham sono affettuosi e accoglienti, e stando con loro Sydney si accorge di essere finalmente accettata, apprezzata. Ma sarà l’incontro con il fratello maggiore di Layla, Mac, a fare la differenza. Lui è tranquillo, attento, protettivo, e attraverso i suoi occhi Sydney si sentirà per la prima volta vista, vista davvero.

Ok, non so il perché delle farfalle sulla copertina. Ma è comunque bellissima. ^_^
Per chi non l'avesse letto, mi è piaciuta molto anche la storia, che regala ottime riflessioni sui rapporti famigliari.
Recensione QUI

 5. Finale
Sangue sulla neve di Bisco Hatori. (Panini Comics)


La storia segue Chiyuki, una studentessa delle superiori, afflitta da una grave malattia cardiaca, che potrebbe spezzare la sua giovane vita in qualsiasi momento. La protagonista conosce Touya, un vampiro dalla vita millenaria, il quale rifiuta di condividere questa sua maledetta condizione con un partner umano. Chiyuki vuole far capire a Touya che egli non è destinato a vivere da solo per sempre.

Serie composta da soli quattro volumi, dalla nota autrice di Host Club.
Parto col dire che ho letto/sto leggendo molti manga con protagonisti vampiri e compagnia bella.
Ok, la fase "Twilight" non si è esaurita, ma solo trasferita ai manga. Sono fritta. O.o
Nonostante i pochi volumi che caratterizzano la serie, la storia si evolve in maniera completa.
Protagonisti sono è Toya Kano (vampiro) che è destinato a vivere mille anni, è anche anemico poiché si rifiuta di cibarsi di sangue umano. Chiyuki giovane ragazza malata di cuore che vede nel vampiro la sua opportunità di sopravvivere, ma lui ha deciso di voler restare solo. Non vuole condannare nessuno a vivere "quella vita" per mille anni e allo stesso tempo non vuole affezzionarsi a nessuno perché è destinato a veder morire tutti.
Si crea un intreccio di personaggi e storie che ruotano attorno alla vita, all'amicizia e al rispetto.
Il finale è stata una sorpresa perché diverso da quello che mi ero immaginata, e per nulla scontato.

6. Scrittura 
Gioco il Jolly di Jennifer L. Amentrout.


Tra Febbraio e Marzo ho letto tre libri di quest'autrice e, come sempre, non si resta delusi.
Coinvolgente, intrigante e mai banale.
E' stabilito che potrebbe scrivere anche della (breve) vita del pesciolino rosso che avevo vinto alla festa di paese all'età di dieci anni e farmi comunque restare incollata alle pagine. (>///< )"
Ho letto Lieve come il respiro (recensione QUI), Torna con me (recensione QUI) e Per sempre con me (recensione QUI).

7. Ambientazione
Scozia del 1900, con La vita segreta e la strana morte della signorina Milne di Andrew Nicoll. (recensione QUI)

Nulla è come sembra a Broughty Ferry, tranquillo paesino sulla costa scozzese. Jean Milne, ad esempio, è una matura zitella che vive sola in una lussuosa villa di ventitré stanze (quasi tutte chiuse) ed è, per i suoi concittadini, un modello di rispettabilità. Eppure, quando viene trovata brutalmente assassinata nella sua abitazione con i piedi legati e il cranio fracassato, l’immagine pubblica, che così a lungo ha resistito, comincia a incrinarsi. Chi può avere ucciso in maniera tanto feroce una signora così riservata? E perché, di colpo, conoscenti e testimoni diventano elusivi e reticenti? E chi è l’uomo che, su carta violetta, le ha scritto, alla vigilia dell’assassinio, una lettera a dir poco personale? La notizia del crimine si diffonde rapidamente per tutta la Gran Bretagna, suscitando nei lettori delle gazzette una curiosità così morbosa che la polizia si sente subito sotto pressione: bisogna trovare un colpevole e bisogna trovarlo in fretta, anche a costo di qualche procedura non proprio scrupolosa. A indagare, con i più moderni ritrovati della scienza investigativa (siamo nel 1912), viene chiamato da Glasgow l’ispettore Trench, un esperto per i casi più difficili, affiancato dall’attento sergente Frazer, agente della polizia locale. Man mano che i due scavano nella vita della signorina Milne, i segreti della sua esistenza vengono a galla. E alla fine sarà uno shock per tutti. 

Leggere questo libro mi ha permesso di fare un salto nel tempo in un piccolo paese della Scozia, in cui la routine (tra le eleganti case e i rumorosi pub) è stata sconvolta dal ritrovamento di un corpo brutalmente ucciso.
Un'indagine che fa restare con il naso incollato alle pagine alle ricerca del più piccolo indizio che può risolvere il caso. <3

E i vostri preferiti quali sono stati? ;)

1 commento:

  1. Denton è un personaggio top!!! Era piaciuto molto anche a me
    Sulla scrittura nulla da dire ;)
    Ti aspetto per la prossima lettura condivisa
    Un bacione

    RispondiElimina