sabato 19 maggio 2018

[BlogTubeTour] Tuo, Simon di Becky Albertalli

Titolo: Tuo, Simon
Autore: Becky Albertalli
Casa Editrice: Mondadori
Pagine: 252
Prezzo: 17,00€
Link Amazon

Simon ha diciassette anni e un amore segreto per Blu, un ragazzo conosciuto on line con cui intrattiene un'intensa, tenera corrispondenza. Il loro rapporto è al sicuro finché un'email non finisce nelle mani sbagliate: quelle di Martin, il bullo della scuola, che ora minaccia di rivelare a tutti lo scoop dell'anno... a meno che Simon non l'aiuti a conquistare Abby, la ragazza di cui è innamorato ma che non lo degna di uno sguardo. Per proteggere il suo amore, Simon dovrà affrontare per la prima volta la paura di uscire dal guscio che ha costruito intorno a sé, trovando il coraggio di rinunciare alle proprie sicurezze per fare spazio alla bellezza e alla libertà di essere se stessi. Email dopo email, il sentimento per Blu cresce, e così la voglia di conoscersi e di far conoscere agli altri chi è davvero.

Dal 31 Maggio il film tratto da questo meraviglioso romanzo.
La mia recensione la trovate QUI.
Nel post di oggi lascio la parola a Marty, il bullo che con una mail vi vuole raccontare dei suoi errori.

Vi ricordo di seguire tutte le altre tappe del Tour! 💓



Da: marty.mcfladdison@gmail.com
A: lotusheartblog@gmail.com
DATA: 19 maggio 06:49
OGGETTO: Marty Addison ed i suoi errori

Ciao a tutti!
Sono Marty Addison e se conosci la storia di Simon capirai perché Cristina abbia preferito far parlare direttamente me anziché commentare lei le mie azioni.
Per chi invece non mi conoscesse...vediamo di rimediare.

In realtà sono un ragazzo normale. Faccio parte del gruppo di teatro, conosco molta gente, ma alla fine non so di quanti posso definirmi effettivamente amico.
Sono un ragazzo simpatico o almeno provo sempre ad esserlo. Forse qualcuno mi ha definito il buffone della scuola in qualche occasione e...mi sono innamorato. Di Abby, una ragazza che si è trasferita da poco nella mia scuola. Per farmi notare da lei ero disposto a tutto...il che mi ha portato a fare una serie di scelte sbagliate. E queste scelte mi hanno trasformato in uno stronzo.

Il tutto è iniziato quando ho usato il PC della scuola dopo Simon. Mi sono accorto che non si era disconnesso dalla casella di posta elettronica e ho letto la sua corrispondenza. Voi direte, bell'impiccione! E avete ragione. Il fatto è che Simon, senza alcuna difficoltà, è diventato amico di Abby ed ero invidioso solo curioso.
Però non ho trovato quello che mi aspettavo. Erano scambi di diverse e-mail tra Simon e un altro ragazzo che si fa chiamare Blu.
Nel leggere le loro corrispondenza era evidente che si confidavano su vari aspetti delle loro vite, dalle più semplici banalità ad argomenti più personali ed intimi, come i loro dubbi e paure per fare o non fare coming out.
Ed è qui che per la seconda volta in pochi giorni ho fatto un grosso errore.
Sono arrivato a ricattare Simon per farmi aiutare con Abby, chiaramente usando la scoperta appena fatta come arma. Ve l'avevo detto: uno STRONZO.

Vi assicuro che mi rendevo conto di sbagliare approccio. Anziché chiedergli semplicemente aiuto o provare da solo ad avvicinarmi a Abby ho usato un mezzo ignobile come il ricatto.
Ho perseverato fino ad ottenere delle uscite - io, Simon e Abby - con la scusa di provare insieme il copione dello spettacolo. Insomma...mi sarei potuto fermare almeno lì.

Ma purtroppo il rifiuto di Abby, unito all'invidia per Spier mi hanno fatto compiere un atto di bullismo. Ho scritto un messaggio anonimo sulla pagina Tumbrl della scuola: "I segreti della Creek" in cui ho dichiarato che Simon era gay. E questo è l'esatto momento in cui ho toccato il fondo.

I termini che ho usato erano vergognosi, il messaggio stesso è stato un atto deplorevole.
Mi sono fatto grande usando l'anonimato, ho calpestato i sentimenti di Simon, ho innescato una serie di eventi che lo hanno portato ad essere vittima di scherzi e atti di bullismo. Il tutto perché non avevo ottenuto quello che speravo.

Ed ecco come da innocuo ragazzo mi son trasformato in uno stronzo.
Posso solo dirvi, come ho detto a Simon, che ho capito il mio errore e se potessi tornare indietro cambierei in mille momenti il comportamento. Ma purtroppo non si può e devo accettare il ruolo che mi sono cucito addosso.
Posso solo concentrarmi sul futuro per non ripetere mai più certi errori.
Forse augurarmi che il mio terribile comportamento possa evitare ad altri gli stessi sbagli.
Ascoltate uno stupido: portate rispetto in ogni occasione e cercate di non calpestare l'identità degli altri. Vi posso assicurare che se farete le scelte sbagliate una parte di voi sarà persa per sempre.

Marty Addison

venerdì 18 maggio 2018

Tuo, Simon di Becky Albertalli

Titolo: Tuo, Simon
Autore: Becky Albertalli
Casa Editrice: Mondadori
Pagine: 252
Prezzo: 17,00€
Link Amazon

Simon ha diciassette anni e un amore segreto per Blu, un ragazzo conosciuto on line con cui intrattiene un'intensa, tenera corrispondenza. Il loro rapporto è al sicuro finché un'email non finisce nelle mani sbagliate: quelle di Martin, il bullo della scuola, che ora minaccia di rivelare a tutti lo scoop dell'anno... a meno che Simon non l'aiuti a conquistare Abby, la ragazza di cui è innamorato ma che non lo degna di uno sguardo. Per proteggere il suo amore, Simon dovrà affrontare per la prima volta la paura di uscire dal guscio che ha costruito intorno a sé, trovando il coraggio di rinunciare alle proprie sicurezze per fare spazio alla bellezza e alla libertà di essere se stessi. Email dopo email, il sentimento per Blu cresce, e così la voglia di conoscersi e di far conoscere agli altri chi è davvero.

Oggi vi parlo del bellissimo romanzo di Becky Albertalli edito da Mondadori.
Era già stato pubblicato con il titolo: Non so chi sei, ma io sono qui.

Questo romanzo parla della vita di Simon.
Della sua routine, fatta di scuola, amici, corso di teatro...e di segreti.
Infatti Simon nasconde a tutti una parte importante della sua vita: l'essere gay.

Però si trova a condividere questo segreto con un ragazzo che ha conosciuto sul forum della scuola, Blu.
Blu e Simon hanno la stessa età, frequentano la stessa scuola ma nessuno dei due conosce l'identità dell'altra persona. Nonostante questo si confidano segreti, scherzano e spesso si confrontano sulla loro vita. Anche Blu non ha ancora confidato ai suoi genitori e agli amici che è gay.

Simon ha due migliori amici: Nick e Leah. Entrambi con due personalità marcate e passioni che li caratterizzano.
La nuova arrivata Abby diventa subito amica di tutti. E' popolare, divertente ed è subito entrata a far parte del gruppo di Simon.
E' molto curioso vedere come la presenza di un quarto elemento modifichi gli equilibri tra di loro.
L'antica dinamica dell'amica innamorata dell'amico, che però è interessato ad un'altra non stona in questo romanzo. 

Senza che Simon se ne accorga, le mail che si scambia con Blu iniziano a diventare qualcosa di essenziale nelle sue giornate. Finché un giorno il suo anonimato viene messo a rischio da Marty.
Marty è un ragazzo che frequenta il corso di teatro con Simon e che per sbaglio ha letto la corrispondenza di posta elettronica che scambia con Blu.
Per mantenere il suo segreto Marty ha solo una richiesta, che Simon lo aiuti a conquistare Abby.

In questo romanzo è facile immedesimarsi nelle vicende del gruppo. Ed è un libro adatto ad ogni età, parla di crescita, di espressione e aiuta a capire che bisogna sempre essere fedeli a se stessi.
Insegna l'importanza dell'amicizia. Dell'appoggio che può arrivare da una persona che si conosce da poco, come da quella con cui si è cresciuti.

Tanti racconti della famiglia di Simon mi hanno fatto sorridere.
Una bella famiglia, composta da lui e le sue due sorelle, tanto diverse ma sempre presenti per lui. E i genitori "giovanili", che si trovano a dover avere il pugno di ferro quando qualcuno esce dalle righe.

E poi l'enigmatico Blu. Fulcro del romanzo, protagonista presente attivamente solo nei capitoli in cui si alternano le mail tra i due. Eppure sempre presente. Nei pensieri di Simon e anche in quelli del lettore che si trova a cercare indizi e supporre che Blu sia quello o quell'altro personaggio.

Anche in questo romanzo si affronta il tema del bullismo.
Marty che con i suoi gesti e azioni finisce per ferire l'animo di Simon.
E che aziona un vero e proprio fenomeno di bullismo.

Simon ha vicino persone speciali che lo difendono e lo aiutano a superare il periodo, ma comunque affrontare il momento di coming out per reazione ad un commento estraneo priva Simon del potere sulle sue stesse azioni. Non ha il controllo del momento. Si ritrova ad affrontarlo.

Un romanzo dolce, simpatico e che riesce ad affrontare con maestria tanti temi.
Consigliato!
Vi lascio la mia tappa del tour in cui parlo di Marty, il bullo.

mercoledì 16 maggio 2018

[Book tag] Avrebbe assolutamente dovuto...

Buongiorno! Quando ho trovato questo Book Tag non ho saputo resistere.
Quindi...iniziamo!

1. Avrebbe assolutamente dovuto…avere un seguito!
Your Name
Eheh ok! Dopo tutto il romanzo che preghi che tutto vada bene. Un finale così? Bellissimo, spettacolare, ma doloroso.
Non mi dispiacerebbe conoscere il futuro di Mitsuha e Taki.
Link Amazon





2. Avrebbe assolutamente dovuto…avere una serie spin-off!
Ho amato questa serie e Kenji è uno dei personaggi che più mi stanno simpatici. Inutile dire che leggerei molto volentieri qualcosa in più su di lui.
Link Amazon





3. Avrebbe assolutamente dovuto…scrivere più libri!
Francesca Zappia
Ho letto ad Aprile Ti ho trovato fra le stelle e l'ho amato. Un libro meraviglioso che alterna una storia che è impossibile non amare a dei disegni fantastici.
Sicuramente mi piacerebbe leggere tanto altro di suo.
E l'edizione della Giunti è spettacolare!!
Link Amazon


 4. Avrebbe assolutamente dovuto…finire in modo diverso!
Per noi sarà sempre estate di Jenny Han
Bellissima trilogia, ma dal finale forse mi aspettavo decisamente di più.
Link Amazon








5. Avrebbe assolutamente dovuto…avere una saga cinematografica!
Cronache del mondo emerso di Licia Troisi
Uno dei più bei fantasy italiani che io abbia mai letto. Vorrei tantissimo vedere un bell'adattamento di questa saga.
Link Amazon






6. Avrebbe assolutamente dovuto…avere una serie TV!
Serie Lux di Jennifer L. Armentrot
Avrei il terrore della trasposizione, ma allo stesso tempo sarei molto curiosa.
Gli alieni sono tra noi! 😍
Link Amazon






 7. Avrebbe assolutamente dovuto…avere un solo punto di vista!
Non avrai più segreti di Penelope Ward
Generalmente i POV alternati mi piacciono, ma quando si affidano a uno dei due solo pochi capitoli sul finale...meh!
E questo è uno degli esempi lampanti che non sempre serve alternare i punti di vista.
Link Amazon




8. Avrebbe assolutamente dovuto…cambiare copertina!
Un libro qualsiasi della Newton 😁
Seriamente?! Tutti uguali...lui e/o lei: di profilo/di schiena/sdraiati. Ma bastaaaaa!

9. Avrebbe assolutamente dovuto…mantenere la copertina originale!
L'incastro (im)perfetto della Hoover
Seriamente, la copertina un po' shabby con la storia di questo libro?
Sono mondi diversi che non dovrebbero convivere!
Link Amazon





10. Avrebbe assolutamente dovuto…fermarsi al primo libro!
Cancella il giorno che mi hai incontrato di Leisa Rayven
Anzi, mi correggo: avrei preso giusto due o tre capitoli del secondo libro e li avrei aggiunti a questo volume. E la magia era fatta! 😇

lunedì 14 maggio 2018

[Manga] La mia prima volta di Niloo

[Vol.1 di 2] La mia prima volta di Niloo
Titolo originale: Mein erstes ma
Casa editrice: Mangasenpai
Link Amazon
Link Shop
Prezzo: € 6,90

Kiki è una sedicenne alla ricerca del primo vero amore, il ragazzo con cui condividere la prima volta. Sebbene imbarazzata dal tema, Kiki è anche molto curiosa e l’arrivo dell’affascinante Luke nella sua classe farà scattare in lei “quell’ingranaggio”…. Sarà l’occasione della festa di compleanno di Charly, il suo migliore amico, a creare quell’alchimia tanto speciale. Intorno a Kiki, però, si muove una schiera di personaggi molto particolari, tutti a loro modo unici. Come Ben, un amico di Kiki, segretamente innamorato della ragazza, o Melly, la sua migliore amica, una ragazza estremamente diretta e senza peli sulla lingua.
Al centro assoluto di questo piccolo universo di adolescenti ci sono le storie d’amore e il sesso. Lo stare insieme visto sotto tanti punti di vista è, però, affrontato in La Mia Prima Volta, con una maestria tale che raramente si è letto uno shojo manga così spigliato e diretto nella gestione di “certe” tematiche.
Niente mezzi termini… in questo manga per ragazze (ma che non dispiacerà sicuramente nemmeno ai ragazzi! <3) le cose che dovrebbero accadere accadono senza che ci vogliano 20 volumi, i baci che devono essere dati… vengono dati e le incomprensioni sono ridotte quasi a zero… perché l’adolescenza è una corsa sfrenata verso la maturità.
La Prima Volta, il primo bacio, la masturbazione… questo stupendo manga tedesco propone un approccio “europeo” alla tematica dello shojo manga, andando sicuramente ad arricchire il grande caleidoscopio di tecnica e talento dell’euromanga!

Buongiorno! Oggi volevo parlarvi di una delle ultime uscite firmate Mangasenpai.

"La mia prima volta" è un manga di origine tedesca creato da Niloo, che non ha nulla da invidiare alle migliori mangaka nipponiche.
La sua penna è delicata, attenta ai particolari e la storia che ha creato comprende le migliori caratteristiche degli shojo escludendo la lentezza delle vicende e rendendo il contesto molto reale e contemporaneo.

Negli shojo classici si sa che la calma è regina.
La protagonista capisce i propri sentimenti nel primo volume, se va bene nel secondo si dichiara, forse verso il quinto volume ci si ha il primo bacio...ecco. Scordatevi tutto questo.
In questo primo volume gli approcci sono immediati, sicuramente più realistici rispetto all'idea un po' romanzata di relazione.
Nonostante le azioni siano indubbiamente veloci, nulla è lasciato al caso, i protagonisti son tutti ben caratterizzati e la storia risulta fluida.

La protagonista è Kiki, una ragazza molto dolce e carina, che inizia a fare i conti con le prime relazioni sentimentali. Se devo trovare un tratto tipico degli shojo per lei sicuramente sarebbe l'ingenuità. Non si accorge dei sentimenti che un suo amico prova per lei, è timorosa del pensiero degli altri, dalla bulla della classe al nuovo arrivato, teme di non piacere a sufficienza.
E risulta essere quel tipico personaggio da spronare, aiutare e coccolare.
Ci sono poi i suoi migliori amici: Charles e Melly. Che ho amato!
Lei è esuberante, estremamente realista. Sempre pronta a prendere le difese della sua amica oppure a spronarla (con ironia e simpatia) a vivere le emozioni e il momento senza "troppi pensieri".
Charles è dolcissimo e molto più romantico di Melly, anche lui fa da spalla a Kiki (senza il classico "innamorato della migliore amica") è davvero un buon amico.
L'amicizia tra i tre è palpabile e vibrante nelle pagine che li riguardano.

Quando nella loro classe si trasferisce un nuovo ragazzo Kiki si scopre a vivere tutte quelle emozioni che fino a quel momento aveva solo sognato.
Luke infatti la fa sognare ad occhi aperti (e non sempre sogni angelici 🙈) e la spinge a desiderare qualcosa di più.

Tra scuola, feste e uscite il rapporto tra Kiki e Luke si fa sempre più reale.
E porta delle conseguenze negli equilibri relazionali tra i personaggi che esistevano fino a quel momento.
Dinamiche normali, come i genitori che scoprono (o sarebbe meglio dire sorprendono) che la loro bambina sta crescendo, che l'amica di cui si è sempre stati innamorati nutre dei sentimenti per un altro ragazzo.
Insomma, nonostante in questo primo volume ci siano tanti avvenimenti nulla è forzato. Tutto accade con naturalezza. Da chi si trova a vivere l'attimo con tristezza e rabbia a chi lo vive guidato da forti sentimenti che sta provando.

I disegni, come accennavo prima, sono molto belli.
Niloo riprende le linee classiche degli shojo, mantenendo uno stile occidentale dei tratti del viso e nell'abbigliamento dei personaggi.
Infatti apro una piccola parentesi: ho amato molti degli outfit sfoggiati sia dai ragazzi che dalle ragazze in questo volume. 😍 Ognuno fedele al proprio stile, e curati in ogni dettaglio.
Il mio preferito? Charles e il suo stile Hipster 💓

Vi ho incuriosito? Spero proprio di sì! Io non vedo l'ora di leggere il secondo volume. 💞

domenica 13 maggio 2018

[Vita da mamma] Hair Care routine

Buongiorno! Oggi vi volevo parlare di come curo la mia chioma.
Essendo mamma, lavoratrice e non avendo aiuto esterno per gestire la casa, spesso mi son ritrovata a dover rinunciare alle mie "coccole" di benessere.
Sofia però ha da poco fatto l'anno e mi son ripromessa di tornare a cercare dei ritagli di tempo per me.
Non sarà semplice, ma ogni tanto è necessario. 💆

Oggi quindi vi parlo di come curo i miei capelli, spero possa essere utile se qualcuno come me ha poco tempo.
In passato dedicavo molta attenzione ai miei capelli, li ho ricci e tendenti al crespo, per cui richiedono cure costanti.
Inoltre ormai li ho spesso raccolti o legati, per cui si stavano danneggiando ed indebolendo molto.

Ora ho trovato il mio equilibrio. E volevo mostrarvi i miei semplici "trucchetti" per avere un aspetto presentabile.

STEP 1
Sotto la doccia applico un'abbondante quantità di maschera (se ho il tempo l'applico direttamente sui capelli asciutti e la lascio in posa 15/20 minuti prima della doccia).
Al momento sto alternando delle maschere della Garnier: Ultra Dolce, attualmente sto usando all'Olio di Avocado e Burro di Karité (per capelli ricci) e la Garnier Fructis Hair Food alla Papaya (maschera riparatrice).

E prima del risciacquo pettino i capelli con la spazzola di Tangle Teezer Aqua Splash (link Amazon) che è stata ideata appositamente per pettinare i capelli sotto la doccia. Ha l'impugnatura molto ergonomica che evita che scivoli dalle mani.

STEP 2
Shampoo e balsamo per capelli ricci. Attualmente sto usando questa combinazione della Biopoint Ricci disciplinati (link Amazon).
Ammetto di variare spesso e volentieri la marca di shampoo e balsamo, ma utilizzo sempre prodotti specifici per i capelli ricci. Per non appesantirli, evitare l'effetto crespo e nutrirli.

STEP 3
Asciugatura!
Con l'asciugacapelli della Philips con diffusore (Link Amazon), schiuma ricci sempre della Garnier e indovinate un po' cosa uso per pettinarli? Ebbene sì, sempre una spazzola Tangle Teezer. (Si capisce che le amo? )
Spazzola piatta Blow-Styling, con l'impugnatura è molto comoda. Link Amazon

Ed è tutto. Come vedete non faccio nulla di eclatante (non avrei il tempo per fare nulla di più), ma con queste combinazione di passaggi e prodotti riesco ad avere ricci belli voluminosi, nutriti e non crespi. 
Per legarli spesso utilizzo questa tipologia di elastici: INVISIBOBBLE
Promettono di non rovinare e segnare i capelli. Magari non fanno miracoli, ma sicuramente funzionano bene. Inoltre non mi fanno venire il mal di testa anche se li porto per ore.
Link Sephora

Voi a che prodotti non potete rinunciare per la cura dei vostri capelli?

lunedì 12 marzo 2018

[Febbraio] Diary of a Little Nerd

Buon lunedì lettori!
Come sta procedendo il vostro Marzo? Spero tutto bene. Avete voglia - come la sottoscritta - di sole e di primavera? 🌞

A Febbraio finalmente ho acquistato un Funko Pop del mondo di Harry Potter.
La mia collezione Funko "vanta" dieci pezzi standard e due piccoli.
Ovviamente ho acquistato uno dei miei personaggi preferiti della saga, ovvero Silente.
Acquistato perché avevo un buono Amazon e l'ho trovato ad un prezzo super abbordabile.
Eccolo qui in tutto il suo splendore! 😍


Vi lascio il link Amazon, così...nel caso foste interessati all'acquisto potete sbirciare nel negozio del venditore, All Your Music.
Ah già! In Febbraio ha anche nevicato...yeee! 😫 Odio la neve!

Io uso candele in ogni mese dell'anno. Mi piace accenderle la sera quando sono sul divano, creano atmosfera e profumano l'ambiente.
Quella che ho finito è di Bath and Body Works, della linea aromatherapy - relax - Black chamomile.
Il profumo è delizioso. Dolce, ma non stucchevole ed effettivamente crea subito l'atmosfera "spa casalinga".
Unica nota negativa sono gli stoppini, poiché quando si riaccendono dopo l'uso "scoppiano" andando a sporcare la superficie d'appoggio della candela. Capita solo a me? Perché è la seconda candela di questa marca che provo e ho avuto lo stesso problema con entrambe.

Per restare in tema di candele...potrei aver saccheggiato il negozio Etsy di Cozy Corner Candle Shop (vi lascio qui il link).


Queste candele sono ispirate ai personaggi dei libri e sono la fine del mondo.
Colorate, profumate, curate in ogni dettaglio e bellissime. La mia preferita (ad oggi) è quella di Hazel che ha la profumazione "Clean Cotton".
Prevedo presto nuovi danni! 💸

In questo mese mi son presa del tempo per me, piccole coccole che mi permettono di non impazzire tra famiglia e lavoro. Ho avuto poco tempo per leggere perché Sofia è stata malata e quando non era malata era agitata per i denti (son spuntate le due palette!).
Ma come lettura devo citare il primo volume di The Promised Neverland, edito J-pop.


E' la storia parla di Emma e dei suoi amici, che vivono una vita tranquilla nell'orfanotrofio in cui sono cresciuti: sebbene le regole siano dure, la loro custode li tratta con gentilezza. Ma perché ai bambini è assolutamente proibito lasciare quel luogo? Due dei tre protagonisti scoprono qualcosa che spezzerà ogni loro convinzione e li porterà a giocare per sopravvivere. Bellissimo! 💓

domenica 11 marzo 2018

[3] Quote of the Week

La mia attuale lettura è Questo canto selvaggio.


E' da tempo che lo sto leggendo, ma solo perché ho avuto Sofia malata e ho avuto pochissimo tempo per leggere.
La storia è originale, i cambi di POV son ben calcolati e creano tantissima curiosità nel lettore.
Per una volta abbiamo una giovane guerriera come protagonista, che sembra andar contro alla sua stessa natura pur di ottenere l'approvazione di suo padre.
E la citazione di oggi è proprio sua.
"Le persone usano gli altri. E' una verità universale. Usale tu per prima, o saranno loro a usare te."
Un'altra massima del manuale di Callum Harker per rimediare al vertice.
In vari letture ho trovato genitori che mi hanno ricordato mia mamma.
Per chi non lo sapesse...io ho un pessimo rapporto con lei. Anche ora che son fuori casa ha il potere di distruggermi con una frase ben assestata.
E la frase che ho riportato potrebbe tranquillamente essere sua.
"Sei troppo buona...ti calpesteranno. Ti faranno fare quello che vogliono. Dici sempre sì"
Ecco, no! Io se posso aiuto chi mi chiede un favore, son sempre ben disposta ad aiutare se posso farlo e difficilmente dico no. Preferisco questa filosofia un po' alla #WonderMania piuttosto che essere opportunista, rigida ed egoista.