giovedì 30 novembre 2017

[Segnalazione] Le regole per essere felici in amore (entro Natale) di Angelica Elisa Moranelli

Le regole per essere felici in amore (entro Natale) di Angelica Elisa Moranelli

Serie: Dafne & l'Amore #1
Editore: selfpublishing
Prezzo ebook: € 0,99
Prezzo cartaceo: € 8,00
Link Amazon

Dafne, 27 anni, vive in un'anonima e indefinita cittadina italiana, lavora (sottopagata) per un'agenzia di comunicazione e vorrebbe diventare una scrittrice. Mollata dallo storico fidanzato a soli venti giorni dal Natale, Dafne si mette in testa di trovare l’Uomo della Sua Vita in tempo per il cenone di Natale. Il problema è che l'uomo ideale per Dafne è un incrocio tra Mr Darcy e una rockstar: insomma, non esiste. Sboccata, imbranata e irresistibile, Dafne si ritroverà a spiare il suo ex su Facebook, a partecipare a noiosissimi appuntamenti al buio, a essere trasportata ubriaca a casa dall'onnipresente Jim e in una serie di situazioni paradossali che svelano il lato più comico e folle dell'amore.

«Nessuno, neanche il topo di fogna più schifoso del pianeta, può lasciarti a una manciata di giorni dal Natale…Giusto?»

Scarica il primo capitolo gratis: QUI

Estratto:
Mia madre attraversa il salotto come se fosse la porta dell'Inferno: la seguo in cucina, facendo sparire di soppiatto, durante il percorso, abiti appallottolati per terra, pacchetti di sigarette vuoti e bottiglie di birra.
«Mio Dio, Dafne, ma cosa è successo?», dice, allargando le braccia e voltandosi verso di me.
Fino al momento in cui non vedo l'orrore sul suo volto, non mi rendo conto di dove ho vissuto
finora.
Nel lavandino pieno d'acqua e detersivo alloggiano da tre giorni i piatti sporchi, il posacenere sul  termosifone è una piramide di cicche puzzolenti e il pavimento è un Kandisky di macchie, briciole e cenere.
Non pulisco da un po', in effetti.
Più o meno da quando ho litigato con Jim, la settimana scorsa, e anche prima non è che fosse uno specchio.
Non è venuto più nessuno a casa, da allora, e dunque non c'era l'esigenza sociale di vivere in un posto civile.
Non mi sono accorta dello schifo che avevo intorno fino a oggi, cioè fino al momento in cui incrocio lo sguardo inorridito di mia madre, così perfetta nel suo cappottino bianco, con i capelli in ordine e il trucco impeccabile, talmente luminosa da sembrare la stella cometa su una vecchia capanna buia. È decisamente fuori posto, nel mio casino.
«Dafne, so che tu e Andrea vi siete lasciati», dice, sospirando, spazzando via dalla sedia alcune
briciole.
Si siede, con aria circospetta, come se si stesse accomodando su braci accese.
Mi appoggio al frigorifero, con le braccia incrociate.
«Mamma...».
«Non sono qui per farti la predica», mi anticipa. «Sono solo preoccupata per te. Guardati: hai un aspetto orribile».
«Sei un angelo, mamma», replico, recuperando un pacchetto di sigarette da uno dei ripiani sulla mia testa.
Le sigarette di emergenza: e questa è chiaramente un'emergenza.
«Sai cosa intendo. Sei così bella, intelligente e spiritosa, anche se il novanta per cento delle volte non capisco le tue battute», continua mia madre, fissando allarmata una macchia sul tavolo, nel tentativo di capirne la natura.
«Mamma, io e Andrea non andavamo d'accordo, ci siamo lasciati. Non è un dramma», dico, aspirando dalla sigaretta, anche se devo avere proprio l'aria di una che porta la parola Dramma tatuata sulla fronte.
Mia madre tossisce in maniera esagerata e io capisco che devo avvicinarmi alla finestra e aprirla.
«Sì, ma... la cena di Natale? Ci sarà la nonna e poi zio Pietro e zia Leda e i tuoi cugini e...»
La rabbia comincia a farsi strada nel mio petto.
«Spero di non turbarli con le mie sfighe» dico.
«Oh, non devi preoccuparti, tesoro, loro capiscono…»
Mia madre e il Sarcasmo vivono in due pianeti diversi. Anzi, in due galassie diverse.
«Beh, potrei pagare un rent-boy che faccia finta di essere il mio nuovo fidanzato, che dici? Così sarebbero tutti più tranquilli» continuo.
Mia madre mi guarda come se avessi appena iniziato a parlare in sanscrito. È seduta al tavolo della mia cucina con ancora il cappotto addosso e la borsa stretta al petto, come se fosse circondata da taccheggiatori.
«Un rent-che?».

mercoledì 29 novembre 2017

[Presentazione] Van Helsing - Una questione di famiglia di Gianmario Mattei

Esce oggi il primo imperdibile capitolo della saga dedicata ai Van Helsing.

Data di uscita: 29 novembre 2017
Titolo: Van Helsing – Una questione di famiglia
Autore: Gianmario Mattei
Editore: Edizioni 2000diciassette
Genere: Gothic-Horror
Pagine: 240
Prezzo: € 16,00

Amsterdam, 1438. Boudjiewin Van Helsing torna in patria per presenziare al fidanzamento della sorella Sonja con un ricco principe russo. È lì che lo attende il Fato. Appena sbarcato dalla Santa Trinidad, l’incontro con una creatura dalle orrende sembianze e dagli occhi demoniaci annuncia un pericolo mortale ed incombente. È il preludio al banchetto di sangue e morte che muterà per sempre le sorti dei Van Helsing. Menzogna e tradimento cammineranno di pari passo perché nulla è ciò che sembra.
La ragione vacilla. Il terrore avanza e con esso l’inganno e la sete di vendetta dalle cui ceneri nascerà la “questione di famiglia”: l’arduo compito di combattere il soprannaturale. Un compito che da  Boudjiewin ricadrà, come solenne maledizione, su tutti coloro che portano e porteranno il suo
nome.


L'autore:
Gianmario Mattei è nato il 31 maggio del 1984 allo “Spedali Civili di Brescia” (Lombardia,
Italia). Nel 1991 la famiglia Mattei si trasferisce nel piccolo comune di San Salvatore Telesino
(Bn), paese natale del padre, dove Gianmario frequenta le scuole elementari e medie. Nel 1998
inizia la sua avventura scolastica presso il Liceo Scientifico Statale di Telese Terme (Bn), che
termina nel 2003 con il conseguimento della licenza liceale. Ha frequentato la facoltà di Chimica
Industriale presso l’università “La Sapienza” di Roma.

giovedì 16 novembre 2017

[Blog Tour] Wonder Mania - La mia Esperienza con Wonder

 

Buongiorno lettori!
Oggi son qui per parlarvi della mia esperienza con un libro speciale: Wonder di R.J. Palacio.

Wonder è un libro che ho amato, sottolineato, riletto, consigliato e regalato perché è una storia fantastica, che affronta delle tematiche delicate ed importanti - malattie, bullismo, l'educazione dei figli - ed è un libro che emoziona, commuove e insegna tanto.

Per cui se ancora non l'avete letto, l'uscita del volume unico vi offre l'occasione perfetta per farlo.
In Wonder. Tutte le storie troverete la storia di Auggie, e i capitoli dedicati a Julian, Christopher e Charlotte.

Wonder. Tutte le storie di R. J. Palacio
Prezzo: € 29,90
Casa editrice: Giunti
Link acquisto Amazon

La raccolta completa delle quattro storie di Wonder. 

Da quanti punti di vista può essere letta una storia? C'è il punto di vista di Auggie naturalmente, ma anche quello di Julian, il più controverso dei personaggi di Wonder, quello di Christopher, il migliore amico di Auggie, o ancora il punto di vista di Charlotte, la compagna di classe che ha il compito di accogliere il nuovo arrivato. Ognuno ha una propria visione della storia, ma anche una nuova storia da raccontare, che si intreccia inevitabilmente con quella di Auggie.

Ho amato lo stile dell'autrice che permette di immedesimarsi in ogni capitolo della storia, che sia narrato da August, da Via, da Julian o da Jack Will.

Infatti vivere le stesse vicende da più punti di vista, ci insegna a non fermarci MAI alle apparenze, che siano il viso diverso del protagonista, il comportamento ambiguo di un amico oppure che sia il cattivo comportamento del bullo della scuola.
Auggie mi ha ricordato che, anche nelle situazioni peggiori o nei momenti difficili, con l'amore e la gentilezza si può affrontare tutto.

Auggie è un bambino intelligente, dolce e simpatico che per colpa del suo aspetto viene spesso denigrato. All'arrivo nella nuova scuola deve dimostrare una forza unica. E con la semplicità del suo carattere ci insegnerà a guardare oltre l'aspetto esteriore. 
Quando ti viene data la possibilità di scegliere se avere ragione o essere gentile, scegli di essere gentile. (Precetto di Settembre del Signor Browne)
In questo libro ogni personaggio assume un ruolo davvero importante.
Dai genitori di Auggie e Via, che diventano pacificatori in caso di discussione tra i figli, colonne che li sostengono in ogni delicato passaggio della vita o semplici presenze che riescono ad alleggerire le situazioni con una battuta o con una carezza.
Il preside e gli insegnati, che cercano di aiutare gli alunni a comprendere l'importanza delle parole e dei piccoli gesti.
La bambina che non accetta le cattiverie rivolte al nuovo compagno di scuola e decide di fare il primo passo per far nascere una bella amicizia.
Al bambino che vuole rimediare ad un cattivo comportamento o a quello che non capisce la gravità delle proprie azioni.
Perché non è sufficiente essere gentili. Bisogna essere più gentili di quanto ci viene richiesto.
La gentilezza è la chiave per arrivare a tutti. E tutti dovrebbero leggere questo romanzo.
Questo libro mi ha ricordato un precetto che i miei nonni mi ripetevano infinite volte: "non fare agli altri quello che non vorresti fosse fatto a te".  

Voglio insegnare a mia figlia ad essere forte ed ironica come Auggie, essere gentile come Summer e ad amare come Via e la sua famiglia.
Ma dovrà anche sapere che alcune volte - come la storia di Julian ci insegna - è la paura che ci porta ad avere reazioni sbagliate o che ci fa dimenticare le cose realmente importanti. Ma anche in caso di errore, bisogna essere in grado di riconoscerlo e di chiedere scusa.

Wonder è una storia che non smetterò mai di consigliare perché insegna il rispetto, l'empatia, la gentilezza, il valore dell'amicizia e della famiglia. Libri come questi sono le chiavi per arrivare all'animo di chiunque.
Le tue azioni sono i tuoi monumenti. (Precetto di Ottobre del Signor Browne)

"Questo precetto significa che dovremmo essere ricordati per le cose che facciamo. Le nostre azioni sono la cosa più importante di tutte. Sono più importanti di quello che diciamo o del nostro aspetto esteriore. Ciò che facciamo sopravvive alla nostra natura mortale. Le nostre azioni sono come i monimenti che la gente ha costruito per onorare gli eroi dopo la loro morte. Sono come le piramidi che gli egiziani hanno costruito per onorare la memoria dei faraoni. Solo che, invece che essere fatte di pietra, sono costruite dal ricordo che la gente conserva di noi. Edificate con la memoria, invece che coi sassi." (August Pullman)


E la vostra esperienza con questi romanzi qual è?

Mi raccomando, passate da tutte le tappe del Blog Tour:
Luigi (EverPop), Roberta (Il colore dei libri), Elisa (Devilishly Stylish), Gabriella (Fangirl in Love with books), Deborah (Leggendo romance), Clarissa (Words of books), Azzurra (Silenzio sto leggendo), Ileana (Oh ma che ansia)

Buone letture!💗

mercoledì 15 novembre 2017

[Vol.1-2-3] Ale & Cucca di Elisabetta Cifone

Casa editrice: Kasaobake

Link Vol. 1
Link Vol. 2
Link Vol. 3

Ale&Cucca narra il periodo forse più difficile della vita di una persona: la pre-adolescenza. E lo fa senza peli sulla lingua, mostrando qual è la vera contemporaneità dei ragazzi d’oggi, fra social network, selfie e sigarette elettroniche, ma anche grandi amori.
Elisabetta Cifone è straordinaria nel delineare, con il suo tratto morbido che dà un’aria di soavità a tematiche reali, la vita di Ale (Alessia), ingenua e sognatrice, e Cucca (Veronica), ragazza “maschiaccio” ma intimamente insicura.
Insieme alle due protagoniste, si muovono i ragazzi e le ragazze della loro comitiva, personaggi tutt’altro di sfondo, con un carattere e una tridimensionalità propri.
Una storia delicata ma anche senza filtri della realtà dei ragazzini di oggi.

Nonostante il periodo dell'adolescenza l'abbia superato da tempo questi tre volumi mi son piaciuti moltissimo. I temi trattati sono attuali, i personaggi rispecchiano gli adolescenti d'oggi (e un po' anche quelli di ieri).

Le protagoniste al centro della storia sono Ale e Cucca. La prima è una ragazza solare, dinamica e sempre molto curata nell'aspetto che nasconde tanta fragilità, che la porta a compiere azioni nocive.
L'altra che è tutto l'opposto, atteggiamento da "dura", pigra e sempre con vestiti sportivi.
Le accomuna il volersi mostrare più forti di quello che sono in realtà, cercano di nascondere la loro fragilità in tutti i modi.

La loro storia è intrecciata a quella degli amici e compagni di scuola.
Leggere questo fumetto è un po' come fare un salto nel passato: primi amori, i litigi con i genitori, le prime bevute.
Si è spettatori dei loro piccoli problemi quotidiani che diventano il fulcro delle loro giornate.

Elisabetta Cifone con parole semplici e immagini molto curate riesce ad attrarre il lettore che si ritrova coinvolto nelle vicende di Ale & Cucca, con una preoccupazione quasi fraterna.
E' divertente assistere agli intrighi amorosi che si formavano con la facilità di uno starnuto.
Alle liti con l'amica o con il fidanzato.

Le scoperte di quell'età e i primi dubbi. Tutto è da sperimentare e da studiare, moltro altro da ricercare.
Le prime curiosità sul sesso, l'amica che si atteggia a "donna vissuta" con abiti non adatti a lei, fumando o bevendo.

Ci si immedesima in quel personaggio o in quell'altro con una facilità disarmante. Per cui tanto di cappello a Elisabetta.

I disegni sono bellissimi e nel corso dei tre volumi migliorano di pagina in pagina. In alcune tavole richiamano i tipici tratti shojo, mentre in altri si delinea quello distintivo di Elisabetta.
Linea decisa ma disegni dolci.
E posso dirlo che i fanciulli di questo fumetto sono una gioia per gli occhi?! 😏
Consigliatissimo! Non vedo l'ora di poter leggere il quarto volume. 💞

mercoledì 11 ottobre 2017

[Segnalazione] Fiore di cactus di Francesca Lizzio

Fiore di cactus di Francesca Lizzio
Casa editrice: Panesi edizioni
Prezzo e-book: € 2,99
Prezzo cartaceo: € 10,00
Link Amazon


Sara è una ragazza timida, intelligente, con la battuta sempre pronta, eppure nasconde la sua fragilità sotto un’armatura. La vita l’ha resa cinica e amara. Un giorno conosce Andrea, un ragazzo attento e gentile che con smisurata pazienza riesce a farsi spazio nella sua vita. Sarà lui a indurla a rimettere in discussione tutto quello in cui crede. Sara così ripenserà al percorso che l’ha resa la donna che è, si chiederà se riuscirà più a lasciarsi amare, se certe paure potranno essere sconfitte o se invece non ci sarà più nulla da fare. Se una come lei merita una seconda occasione. Perché anche un cactus ha un cuore, ha solo bisogno di qualcuno che creda in lui e non abbia paura delle sue spine.

domenica 20 agosto 2017

Sei tutto per me di Jennifer L. Armentrout

Titolo originale: Fire in You
Casa editrice: Nord
Link Amazon 

La serie Ti aspettavo:
- Ti aspettavo (recensione QUI )
- Ti fidi di me?
- Stai qui con me
- Rimani con me (recensione QUI )
- Torna con me (recensione QUI )
- Per sempre con me (recensione QUI )
- Sei tutto per me

Ho iniziato una nuova vita
Ho ricominciato a sperare
Ho accettato il tuo rifiuto

Ma poi sei tornato…


Ci sono volute poche ore perché il mondo di Jillian Lima andasse in frantumi, e sei lunghi anni prima che lei trovasse il coraggio di tornare a casa per gestire la palestra del padre. Jillian adesso è pronta ad affrontare qualunque ostacolo, tranne uno... Brock, il ragazzo cui aveva confessato il suo amore, per ottenere in cambio un secco rifiuto. Brock Mitchell ha fatto molta strada da quand'era un teppista di quartiere. Grazie al padre di Jillian, è diventato un campione di boxe, nonché lo scapolo più ricercato della città. E gli basta uno sguardo per capire che Jillian non è più la ragazzina insicura che aveva respinto: è diventata la donna dei suoi sogni, l'unica che lo faccia sentire completo. E anche Jillian, ogni volta che è con lui, ha l'impressione che ogni difficoltà scompaia e sente rinascere il seme della speranza. Tuttavia, non appena il passato bussa alla sua porta, Jillian capisce che è venuto il momento di combattere contro i suoi demoni. La relazione con Brock le darà la forza necessaria per chiudere i conti in sospeso una volta per tutte o sarà il tallone d'Achille che la distruggerà?

<Quando mi hai baciata? E quando finalmente sei stato con me?>
<Mi è sembrato che fosse la prima volta, la migliore e l'ultima.>
Ogni volta che si finisce un libro si prova quella gioia misto a tristezza.
Bene. Se il libro fa parte di una serie questo aspetto è ancor più marcato. Sei in confidenza con ogni personaggio, sei entrata a far parte della storia. Quindi hai la certezza che ne sentirai la mancanza.
Ma se il suddetto libro fa parte di una serie che ha scritto una delle tue autrici preferite...sei disperata! Ed è questo il caso.

In questo romanzo ritroviamo tutti i nostri protagonisti, a partire da Cam ed Avery fino ad arrivare a Calla che in assoluto è la mia protagonista preferita. (Per capire come mai...andate a leggere la mia recensione. 😜 QUI)

Un aspetto che ho apprezzato di questo libro è che non ci sono grossi drammi o situazioni che ti fanno urlare: "Cercasi una gioia?!". Anche perché a Jillian è già capitato di tutto e di più nel passato, per cui nei momenti di flashback si patisce a sufficienza.
Ora hai un sorriso diverso, ma ancor più bello. (...) E lo sai perché? Dimostra cosa hai passato e a cosa sei sopravvissuta. Quel sorriso è un miracolo, cazzo. Come lo è ogni respiro che fai. Non devi vergognarti. Accidenti, devi andarne fiera.
Jillian è una bella ragazza, ma non perfetta. Non ha fiducia nelle proprie capacità, si mette in dubbio continuamente. Anche per via di un intervento che ha dovuto subire al volto dopo un incidente.
Il desiderio di ricominciare a vivere
Sì, era melodrammatico, ma era la verità. Da sei anni esistevo anziché vivere, mi trascinavo da un giorno all'altro. Non avevo traguardi da raggiungere. Non facevo nessuna delle cose che avevo sognato di fare.
Ma dopo sei anni che si nutre delle sue stesse paure è intenzionata a realizzare ogni sogno che aveva accantonato. Decide di accettare un nuovo lavoro nella ditta di famiglia e vuole dimostrare a tutti, per prima a se stessa che può farcela.
Ma ad incrinare le sue certezze ci penserà Brock Mitchell, un amico d'infanzia di cui Jillian è sempre stata innamorata.
Avevo dato il mio cuore a un'altra persona, in maniera così completa, così intensa che poi, quando si era spezzato, aveva smesso di essere mio.
Vuole essere matura e affrontare la situazione per quello che è: lui è una delle persone che conosce meglio al mondo, ha significato tanto nella sua vita, ma ora è solamente il suo capo.
Tutto potrebbe scorrere bene se non fosse che proprio quel ragazzo, che la sempre vista come una sorellina minore, ora sembra intenzionato a recuperare il rapporto di un tempo. E non solo, ma è deciso a corteggiarla in ogni modo.

Con le capacità della Armentrout si alternano momenti divertenti ad altri molto più emozionanti.

Brock è un gigante dal passato difficile e dal cuore tenero come tutti i protagonisti di questa serie. Anche lui per quanto possa avere il titolo di bad boy, con la ragazza giusta si trasforma in un moderno principe azzurro.
Aveva demolito i dubbi di tutti quanti ed era diventato un campione, si era ripreso da un infortunio che aveva rischiato di troncargli la carriera ed era tornato a vincere, e a vincere di nuovo.
Brock aveva il fuoco dentro sé.
L'aveva sempre avuto.
Jillian dovrà decidere se lasciare il passato alle proprie spalle. Superare le paure ed affrontare a testa alta la sua vita.

Fidarsi delle persone e specialmente di Brock non sarà facile per via degli eventi passati. 
Degna conclusione di questa serie consiglio la lettura di questo romanzo a tutte le appassionate di Zia J. Che aspettiamo presto con altre nuove storie.

A voi è piaciuto? Quel è il vostro romanzo preferito di questa scrittrice? Io non saprei decidere. 💗

lunedì 14 agosto 2017

[Manga] Amarsi, lasciarsi di Io Sakisaka

Titolo originale: Omoi, Omoware, Furi, Furare
Editore: PANINI COMICS

La storia ruota attorno a Yuna e Akari, due ragazze che in amore hanno idee completamente differenti: la prima lo vede come un sogno, mentre Akari ne ha una visione molto più realistica. Abbiamo poi Kazoumi, ragazzo svampito che non comprende nemmeno il concetto di amore, e Rio che accetta la corte di qualunque ragazza, purché sia carina.

Dalla stessa autrice di Strobe Edge e Ao Haru Ride - A un passo da te (che è uno dei miei manga preferiti!) è arrivata questa nuova storia che parla di Akari e Yuna.

Le due protagoniste si conoscono per puro caso alla stazione, entrambe stanno salutando due persone molto importanti per loro.
Scoprono inoltre di vivere nello stesso palazzo e frequentare la stessa scuola.
Akari è una ragazza molto razionale, schietta e socievole. Mentre Yuna è più introversa, poco sicura di sé e dall'animo romantico.
Hanno una visione opposta dell'amore, la prima è convinta di poter controllare i sentimenti, mentre la seconda pensa che i sentimenti non si possano comandare e sogna di poter vivere un amore come quello che legge negli shojo manga.


Con lo scorrere delle pagine si evidenzia la loro diversità di carattere.
Invidio la sua sicurezza quanto odio la mancanza di fiducia in me stessa. E invece di fare un attento esame dei miei difetti ho preferito criticare Akari-chan e la sua visione dell'amore.
C'è poi Inui, un amico d'infanzia di Yuna che Akari vede come possibile principe per l'amica, ma qualcosa mi fa pensare che lui sia interessato ad un'altra ragazza.

Yuna invece inizia a provare dei sentimenti per Rio, un bellissimo ragazzo che si scopre essere fratello di Akari. Visto gli standard del ragazzo, Yuna decide di non dichiararsi per paura di un rifiuto.

Mi è piaciuto che le protagoniste siano due ragazze e allo stesso tempo ho apprezzato come si sviluppa il loro rapporto d'amicizia. Bello il modo di evidenziare le differenze nel loro modo di approcciarsi all'amore.


Per i disegni di Io Sakisaka posso solo dire che io li AMO!
E' il genere di tratto che prediligo nei manga: pulito, dolce e che rende una perfetta armonia tra disegni e dialoghi.
Ammetto di aver rivisto dei tratti di Kou (protagonista di Ao Haru Ride) in Inui, ma la cosa non mi ha di certo disturbato, anzi. 😍

Il primo volume ci lascia con un bel finale a sorpresa, un invito ad attendere (con ansia 😨) il seguito, in edicola a Settembre.

Avete letto questo primo volume? Pareri?