mercoledì 27 aprile 2016

"L'incastro (im)perfetto" e "Tutto ciò che sappiamo di noi due" di Colleen Hoover

Buongiorno! Oggi due recensioni in un post. :P
Io e la dolce Katia (Sognatrice interrotta) ci siamo tuffate nel mondo Hoover e vi parliamo di due letture che abbiamo condiviso, vi ricordo quindi di passare anche dal suo blog. QUI

Titolo originale: Ugly Love
Casa editrice: leggereditore
Link Amazon 

Quando Tate Collins trova il pilota Miles Archer svenuto davanti alla sua porta di casa, non è decisamente amore a prima vista. Non si considerano neanche amici. Ciò che loro hanno, però, è un’innegabile reciproca attrazione.
Lui non cerca l’amore e lei non ha tempo per una relazione, ma la chimica tra loro non può essere ignorata. Una volta messi in chiaro i propri desideri, i due si rendono conto di aver trovato un accordo, almeno finché Tate rispetterà due semplici regole: mai fare domande sul passato e non aspettarsi un futuro.
Tate cerca di convincersi che va tutto bene, ma presto si rende conto che è più difficile di quanto pensasse. Sarà in grado di dire di no a quel sexy pilota che abita proprio accanto a lei?


Parto come sempre dalla copertina.
Questa cover è molto bella...ma a mio parere non è indicata al romanzo. ^^"
Questa è una storia d'amore, ma soprattutto parla di molte difficoltà che si possono incontrare. Della difficoltà di tornare ad amare dopo una delusione. Insomma...perché è così cuoriciosa?! >///>

Esiste poi una canzone associata al libro, che è meravigliosa. E mi sento di consigliare, potete trovarla QUI - Ugly Love di Griffin Peterson.
La differenza tra il brutto dell'amore e il bello dell'amore è che il bello è molto più leggero. Ti fa sembrare di volare. Ti porta in alto. Ti trasporta.
Il bello dell'amore ti tiene sospeso sopra al resto del mondo. Ti fa sorvolare le cose brutte, e quando guardi in basso verso tutto il resto ti trovi a pensare: Wow, sono contento di essere quassù.

Sono i momenti belli come questi che danno un senso al brutto dell'amore.
Questo è un romanzo da leggere. E' una storia d'amore tormentata, in cui i protagonisti devono trovarsi e scontrarsi, soprattutto con loro stessi.

Tate è una ragazza che si è appena trasferita nell'appartamento del fratello. Lavora all'ospedale e sta seguendo un corso di specializzazione, nella sua vita non ha tempo per l'amore.
E proprio durante il trasferimento incontra Miles, un ragazzo che abita nello stesso palazzo, e che non da una buona prima impressione di sé.
Miles si rivela amico di suo fratello e tra i due c'è una chimica immediata, ma lui è chiuso e frenato dal suo passato.

E' bellissima la narrazione alternata tra i protagonisti, poiché quella di Tate si svolge al presente, ma quella di Miles è per quasi per tutto il libro portata a sei anni prima.
Per cui a piccoli passi si scopre il passato, il fattore che ha portato Miles ad essere quello che è oggi.
Ovvero un uomo rigido, chiuso nel suo guscio e nel dolore di un trauma mai superato. 
Non ho idea di cosa gli passi per la testa. Non sorride mai. Non ride mai. Non flirta. Sembra portare una specie di maschera di ferro tra la sua espressione e il resto del mondo.
Inoltre la narrazione maschile è particolare, a metà tra una poesia e una canzone.
La storia è struggente, emozionante e molto toccante. Ovviamente in pieno stile Hoover, ovvero un po' #maiunagioia e in questo caso per Miles è di una tristezza infinita.
La lettura è coinvolgente e si arriva alla seconda metà del libro del tutto incapaci di interrompere il contatto con la storia.

Miles e Tate iniziano una relazione basata solo sul sesso, in cui ci sono poche e semplici regole.
Non chiedere del mio passato. E non aspettarti mai un futuro.
Ma per Tate, ogni secondo che passa, diventa sempre più difficile accettare queste condizioni. Sente che Miles sta diventando il suo tutto, ma lui non sembra intenzionato a lasciarsi andare.
E anche quanto vorrebbe fare un passo indietro o non accettare la situazione cede e rincorre, ancora e ancora, i propri sentimenti.
Non sono Tate quando sono con Miles: sono liquido e il liquido non sa come essere fermo o farsi valere. Il liquido fluisce ed è ciò che voglio fare con Miles.
Mi è piaciuto il fratello di Tate, Corbin, che è molto protettivo nei suoi confronti, ma anche gentile.
C'è poi Ian, che è amico di Miles da sempre e ultimo, ma non per importanza, c'è Cap, che svolgeva il ruolo di manutentore del palazzo, ma ora è in pensione ed è stato promosso al ruolo di comandante di volo dell'ascensore. ;) Dolce, sincero e un po' pazzo sarà amico per Tate, ma anche consigliere.
Rachel invece è colei che ha svolto un ruolo fondamentale per la costruzione dell'armatura che Miles non vuole abbandonare, ma fino alla fine non si capisce in che modo ha sconvolto la sua vita.

E voi, siete stati già coinvolti nel tornado di emozioni di questo romanzo? Se così non fosse, vi invito a dare una possibilità a questa storia. Bella, bella. <3
Ma quando ti piace baciare qualcuno per la persona che è, la differenza non sta nel piacere. La differenza sta nel dolore che si prova quando non la si bacia. (Miles)

Ed ecco la seconda lettura condivisa con Katia. *_*

Titolo originale: Point of retreat
Casa editrice: Fabbri editori
Link Amazon

La poesia ha insegnato a Will e Layken ad amarsi, per stare insieme hanno dovuto superare ostacoli che sembravano insormontabili, hanno dimostrato al mondo che quando si è uniti si può affrontare ogni difficoltà e riemergere più forti e determinati di prima. La vita li ha messi di fronte a enormi responsabilità: sono giovanissimi, ma devono prendersi cura dei fratellini, cercando allo stesso tempo di ritagliarsi un piccolo spazio dedicato soltanto a loro due. Ma un giorno, all’improvviso, il passato di Will torna a bussare alla porta, e lui, per non turbare il difficile idillio con Layken, decide di tenerla all’oscuro di tutto. Ma lei lo scoprirà lo stesso, e sarà costretta a chiedersi su cosa si fonda davvero il loro rapporto, arrivando addirittura a mettere in dubbio la sincerità dei sentimenti di Will. La loro storia è a rischio, devono decidere se lottare per un futuro insieme o se rassegnarsi a stare lontani. Fin dove sarà disposto a spingersi Will per dimostrare a Layken che il suo amore durerà per sempre? La sua risposta cambierà non solo la loro vita, ma quella di tutte le persone che li circondano.

La mia recensione del primo romanzo Tutto ciò che sappiamo dell'amore la trovate QUI.

Ansia! Questo libro ha aumentato di cinque volte la mia ansia. ^^" Che assicuro essere già a notevoli livelli. >///<
Incredibile come un romanzo può coinvolgere e sconvolgere, al punto di sentirsi parte stessa della storia. Il peggio pensavo di averlo passato con il primo romanzo, ma...oh, quanto mi sbagliavo. E anche di grosso.

Avevamo lasciato i nostri protagonisti finalmente liberi di stare insieme, ma con una perdita notevole per le loro vite.
Qui li ritroviamo alle prese con la vita quotidiana, anche se si tratta di tutto, tranne che di situazioni normali. Lake e Will sono tornati entrambi a studiare, fanno da genitori ai fratellini, ma almeno possono fare affidamento l'uno sull'altra.
Ci sono i vecchi amici, ma anche qualcuno di nuovo. E sento il dovere di spendere due parole per uno in particolare. Kiersten è una donna di 50 anni rinchiusa in un corpo di undici anni. Fa paura? Un po', ma assicuro che il risultato è esilarante.
E' schietta, matura, ma al tempo stesso ha i problemi di una qualsiasi ragazzina della sua età.
Cresciuta con una mamma a dir poco alternativa, che però è buona e dolce come la figlia.
<Chiedo scusa> replica Kiersten rivolta a me e Lake. <La mamma dice che le parolacce sono state inventate appositamente dalla Commissione federale per la Libertà di espressione come strumento per provocare l'opinione pubblica. Secondo lei, se tutti le usassero normalmente, non sarebbero più considerate parolacce, e nessuno si sentirebbe offeso.>
Farfallosamente fantastica! :P

La voce della storia è quella di Will, ed è una cosa meravigliosa. 
Anche se in alcuni passaggi ho trovato delle lacune nella narrazione (cosa che spesso mi capita per donne che danno voce ai pensieri maschili), ma per il resto immergersi nella mente di Will è stato un vero piacere, poiché avevamo capito che è un ragazzo che si è trovato a crescere troppo velocemente, ma in questo capitolo si esalta la sua parte più leggera e simpatica. Il tutto restando fedele al romantico autore di poesie che abbiamo conosciuto in precedenza.
Faccio quello che qualunque maschio sano di mente farebbe in questa situazione: corro a chiudermi nella stanza da letto.
Ho trovato deliziosa l'idea della mamma di Lake di lasciare una presenza tangibile per il futuro di sua figlia. E ho trovato ancora più bello il modo che ha trovato per manifestare i suoi consigli e la sua voce. Ovvero tramite citazioni e aforismi di scrittori o cantanti, tra cui gli immancabili "The Avett Brothers".

Anche in questo volume i protagonisti sono chiamati ad affrontare problemi di varia entità. E, ancora una volta, son chiamati a provare la resistenza del loro amore.
Negli ultimi due anni io e te abbiamo sofferto più di quanto normalmente succede nell'arco di una vita intera. Pensa all'effetto che questo ha avuto su di noi. Quando ci siamo trovati, il nostro dolore ci univa. [...] Tra cinque o dieci anni, quei fattori esterni non giocheranno più il ruolo che hanno giocato finora. Ci saremo solo io e te. E la mia paura più grande è che un giorno tu ti svegli e ti accorga che tutti i motivi per cui ti eri innamorato di me sono svaniti.
Molte situazioni portano Lake a dubitare dei sentimenti di Will. Sarà disposto a dimostrare il suo amore in modo tangibile e non solo con le parole?

Storia romantica, triste, ma capace di donare speranza all'amore. Che, come è ovvio se si parla di Hoover, porta alla luce problemi o situazioni difficili da affontare o da leggere. Ma che tra un sospiro e una lacrimuccia aiuta a fare tante riflessioni.

Due letture promosse, storie da vivere e scoprire. Come sempre aspetto la vostra opinione, buone letture! <3

1 commento:

  1. Bellissime letture entrambe, la Hooveer non sbaglia un colpo!!! Sicuramente fra le mie autrici preferite in assoluto
    Baci

    RispondiElimina