sabato 12 marzo 2016

Ricordati di perdonare di Rachel Van Dyken

Titolo originale: Shame
Editrice Nord
Volume 3 della serie "Ruin"
Link Amazon

Ho cercato di rifarmi una vita. Sono fuggita nel cuore della notte dall'altra parte del Paese, mi sono iscritta al college sotto falso nome. Per un po', ha funzionato. Sono diventata Lisa, l'allegra e vivace studentessa, sempre pronta a divertirsi. Eppure, ogni volta che qualcuno si avvicinava troppo a me, sentivo l'impulso di scappare di nuovo. Ogni volta che un ragazzo mi sfiorava, provavo solo una paura disperata. Perché non si può cambiare la propria anima. Non si può cancellare il passato. E gli errori che ho commesso mi tormentano come spiriti inquieti. Ma tutto è cambiato nell'istante in cui ho conosciuto Tristan. Lui è completamente diverso dagli uomini che ho conosciuto. È onesto, leale, buono. Ed è convinto che tutti meritino una seconda occasione. Vorrei potergli credere. Vorrei confidargli il mio segreto. Ma ho paura che così facendo trascinerei anche lui nel baratro...

Delicato, romantico e commovente, questo romanzo racconta una storia di riscatto e di perdita, di rimpianti e di speranze. Perché il vero amore trova sempre la strada del perdono.

Ultimo volume della serie Ruin. Che nel complesso mi è piaciuta moltissimo. <3
Se dovessi fare una lista delle mie preferenze sicuramente il primo volume (Ricordati di sognare, recensione QUI) resta il preferito, seguito dal secondo (Ricordati di amare, recensione QUI) e per ultimo questo.
Un giorno sarò abbastanza coraggiosa da togliermi tutte le maschere e lasciarle cadere ai tuoi piedi. Ma non mi sento ancora pronta.
Mi ha sorpreso l'autrice, in quanto è partita da una storia d'amore, puro, limpido, sano. Un protagonista maschile che si conquista, pagina dopo pagina, il vertice della classifica tra i fidanzati di carta.
Per passare da un'amore tormentato, il passato con tutti i suoi problemi, le scelte sbagliate, la possibilità di tornare ad amare. Con il protagonista arrogante, determinato, ma che vi sorprenderà per la sua bontà e profondità.
Per finire con questo volume, in cui c'è la storia di un amore sbagliato del passato e sul peso che può avere per il presente.
Qui abbiamo tanti aspetti, persone che hanno fatto errori, molti. Malattie mentali, ossessioni, droga e il passato che torna a bussare alla nostra porta.

La narrazione è alternata tra i protagonisti e, se avete letto i precedenti volumi, sapete che ogni capitolo è preceduto da una considerazione o un pensiero dei personaggi.
Ma in questo caso la maggior parte dei capitoli sono introdotti da ritagli del diario di Taylor B.
Sembri distante. E lo ero, perché per me lei non è niente, soltanto un corpo, un mezzo per raggiungere uno scopo, un passatempo, un animale domestico, un progetto, un diversivo. Possibile che ancora non l'abbia capito? Io non sento niente, è impossibile con tutte le medicine che prendo per la mia "malattia", come la chiamano i miei genitori. Ma si sbagliano, perché se fossi sociopatico avrei già fatto saltare in aria qualcuno. Invece a me piace semplicemente prevaricare sugli altri, tenermi occupato, drogarmi. C'è di peggio al mondo, giusto? Dal diario di Taylor B.
Perché dalle sue paure traggo forza. Privarla della dignità mi dà forza. Del resto, anche lei mi priva della mia: mi fa provare emozioni, e io non voglio. Dal diario di Taylor B.
Chi è Taylor B.? E' il passato di Lisa, la nostra protagonista.
La storia si svela poco alla volta, e ci porterà a capire cosa lega Taylor e Lisa.
Il protagonista maschile è Tristan, figura enigmatica. E' un bellissimo uomo che diventerà professore all'università. E possessore del diario di Taylor.
Ero combattuto tra i sensi di colpa per come lui, presumibilmente, l'aveva trattata e la rabbia, perché era colpa sua se Taylor era morto.
Perché lui ha il diario di Taylor e cosa vuole da Lisa? Perché proprio ora viene a cercarla? Vuole scoprire la sua storia? Vuole capire i fatti oppure vuole vendetta.
Tante domande, che fino all'ultima pagina non trovano risposta.

Lisa è totalmente diversa da quello che lascia trasparire nei precedenti volumi della serie.
Non è la ragazza leggera e con il sorriso sulle labbra che vuole sembrare.
Scappa dal suo passato, dalle sue scelte e dai suoi errori. Che, ora più che mai, sembrano prendere nuovamente vita.
Ero stanca, però.
Stanca di far credere sempre che fosse tutto a posto. Quando invece mi sentivo schiacciare dalla paura e dai rimorsi. Ma me li meritavo, perché in passato avevo compiuto delle scelte e adesso ne subivo le conseguenze. A quanto pareva, non riuscire a essere felice con un uomo era una di quelle.
Il rapporto che si crea tra Tristan e Lisa è complicato. C'è feeling, ma allo stesso tempo i segreti che hanno non permette loro di avvicinarsi realmente.

Bellissime le parentesi in cui ci sono anche Gabe e Wes.
Gabe con il sui modi rudi, vuole solo proteggere Lisa.
E Wes...è Wes. E' sempre (o quasi) un passo avanti a tutti, riesce in poche parole a leggere le persone come un libro aperto.
Tutta questa compagnia è fantastica, ognuno ha rischiato di restare schiacciato dal peso del passato, ma hanno combattuto le loro battaglie. E continuano a farlo.

Come nei precedenti capitoli, anche questo libro concede ottimi spunti di riflessione, ma a differenza degli altri mette anche un pochino di ansia.
Il male riesce a vivere tra le pagine e crea nel lettore la voglia di conoscere la storia.
Arrivata agli ultimi capitoli credo di aver letto in apnea.

Bellissima lettura! <3 Confermo l'opinione che ho avuto fin dal primo capitolo.
E voi, avete letto questa trilogia? Aspetto la vostra opinione.
Buone letture. <3
Tesoro, la tua vita è esattamente questo, una tela bianca. Va' incontro al tuo destino e sappi che, a ogni passo che farai, lascerai impronte nel terreno. Fa' in modo che siano profonde, se vuoi che ti portino da qualche parte. Se vuoi che abbiano un significato.

Nessun commento:

Posta un commento