domenica 7 febbraio 2016

Più forte di tutto di Elena Rose

Camilla vive una vita che non sente sua, intrappolata in una relazione che non le fa più battere il cuore di gioia ma la riempie di paura. Stefano, una volta dolce e gentile, sta diventando un fidanzato sempre più geloso ed opprimente. Quando la sua ossessione verso Camilla diventa violenta, la giovane scappa con l’anima strappata quanto la sua camicetta preferita.
Pronta a riprendere in mano la sua vita, coglie al volo l’occasione di trasferirsi lontano, convinta di non avere tempo per l’amore.
Il destino, però, non la pensa allo stesso modo e metterà sulla sua strada il sorriso triste di Philippe.
Animata da un sentimento che non credeva potesse esistere, dovrà lottare con le unghie e con i denti per scavare nel dolore del bel francese, e cercare di dare voce a quel silenzio tormentato che le è entrato nel cuore.
Riuscirà la bella italiana ad attraversare il muro che Philippe si è costruito attorno? Sarà in grado di liberarlo dalla sua angoscia? E quando il passato tornerà a mozzarle il respiro, avrà la forza di rialzarsi e lottare ancora?

Due anime segnate da avvenimenti importanti e spaventosi, la magica Parigi a fare da sfondo. Una storia di rinascita dove i veri protagonisti sono i sogni: desideri che non sono fatti per rimanere chiusi a chiave in un cassetto.
Ma l’amore è così: ti travolge e ti prosciuga tutte le energie finché non vivrai solo di quello.
L’amore è forza, sacrificio, delusione e coraggio.
L’amore non regala nulla, devi guadagnare la sua bellezza e la sua felicità, una gioia che solo un sentimento così grande è un grado di lasciarti.
Ritardo fotonico per la recensione di questo libro. Avevo annunciato l'uscita del romanzo, l'ho letto prima dell'uscita, ma per motivi personali a Dicembre son stata un po' troppo assente. ;_;
Quindi non perdo altro tempo e vi dico la mia opinione sul secondo libro di Elena Rose.
Se non avete letto Ti guardo da quassù vi lascio la mia recensione QUI.

Più forte di tutto è un romanzo con protagonista Camilla, una giovane ragazza che è intrappolata in una relazione malata con Stefano.
Lui è aggressivo, geloso e possessivo. Camilla si sente soffocare, ha paura e capisce che è arrivata l'ora di chiudere la storia con la persona che credeva l'amore della sua vita.
Correva con il fiato corto e si teneva il braccio arrossato coprendolo dalla vista. Quel livido rendeva reale tutto quello che era successo in quei minuti e le mozzava il respiro. Sentiva lo zigomo e il sapore del sangue in corrispondenza del taglio sul labbro.
Con l’anima spezzata e la bocca gonfia per lo schiaffo e per le lacrime, Camilla aveva un’unica speranza che le permetteva di respirare, un’unica luce che le dava la forza di correre verso casa.
Sarebbe partita per Parigi, a qualsiasi costo. 
Le capita di poter andare in Francia per lavoro e crede che sia l'occasione ideale per allontanarsi da tutto e trovare la propria strada e guarire le ferite di questa relazione.
Atterrata a Parigi facciamo subito la conoscenza di Christine, la donna che ha assunto Camilla per badare ai figli, Matias e Sebastian. Due adorabili piccole pesti.
Christine durante il racconto assumerà il ruolo di mamma, amica e confidente per Cami. Ho amato il rapporto che è nato tra le due, così naturale e sereno.

Il destino, come sempre, non rispetta i nostri tempi, infatti sulla propria strada Cami incontra Philippe. Un bellissimo ragazzo, che però ha costruito un muro attorno a sé.
L’unica che riusciva a far breccia nel suo mondo triste e senza più fiducia nel futuro, era sempre stata la piccola Sophie. Con il suo sorriso sdentato e l’euforia contagiosa che solo una bambina di cinque anni può avere, rendeva le sue giornate più sopportabili e meno tristi.
Lui mette di fronte ai suoi stessi interessi la sua sorellina.
Ha un rapporto difficile con suo padre e sua madre è in ospedale per una grave malattia, per cui fa di tutto per non lasciare sola Sophie. Allontanado gli amici di una vita e i sogni per cui ha lavorato tanto.

Amo la semplicità con cui Elena Rose coinvolge il lettore, con una scrittura semplice, che riesce ad arrivare al cuore.
In ogni suo personaggio si riesce a trovare le debolezza e la forza intrinseca ad ognuno di noi.
Per cui risulta ancora più semplice affezionarsi alle dinamiche narrate.
Ovviamente a far la storia non ci sono solo i protagonisti, ma una serie di personaggi secondari, che risultano altrettanto importanti. Dall'amica storica che è come una sorella, alla conoscenza di una ragazza che condivide gli stessi sogni di Camilla, ai bambini che dovevano essere solo un lavoro.
Philippe combatteva dentro di sé la lotta tra orgoglio ed emozioni, tra la diffidenza e gli occhi di quella ragazza che era entrata nella sua vita come una bufera di fuoco e ghiaccio. Aveva riscaldato il suo corpo con uno sguardo e distrutto le sue certezze con un sorriso. 
L'amore è il sentimento che emerge tra le pagine, è la speranza o la forza che accompagna Cami e Philippe in ogni passo della storia. Scelte più o meno facili che convergono verso un unico sentimento. 

Anche in questo caso vogliamo fare i complimenti all'autrice che ha ideato e realizzato la copertina. Non è bellissima? <3

Lettura consigliata! Per chi ha perso la fiducia nell'amore, per chi ci crede o per chi ha voglia di emozionarsi. <3
Avete letto questo romanzo? Spero di essere riuscita ad accendere il vostro interesse.
Buone letture! :) 

2 commenti: