lunedì 18 gennaio 2016

Wicked Lovely di Melissa Marr

Titolo originale: Wicked Lovely
"Aislinn vive con la nonna in una cittadina della provincia americana. La sua vita assomiglia a quella di milioni di ragazze, se non fosse per un aspetto: ha il potere di vedere le fate. Fate malvagie che infestano la città, creature pagane, maliziose e lascive che si presentano in bande a fare dispetti, divertendosi alle spalle degli umani.
Aislinn ha imparato a proteggersi da loro facendo finta di non vedere, seguendo i saggi consigli della nonna: non guardare le fate invisibili, non rivolgere loro la parola e, soprattutto, non attirare mai la loro attenzione. Ma quando alcuni esseri fatati cominciano a seguirla da vicino, le regole diventano impossibili da rispettare e lei confessa il suo segreto alla persona più cara che ha: Seth, diciotto anni, piercing e un vecchio vagone di un treno abbandonato come casa, un ragazzo verso cui prova sentimenti profondi che vanno al di là dell’amicizia. Il loro legame sarà messo a dura prova da Keenan, Re dell’Estate e guida del Regno Fatato, che vede in Aislinn la prescelta, destinata a diventare la compagna della sua vita. Per lei diventa sempre più difficile allontanarlo, resistere alla sua bellezza abbagliante, ignorare quella strana e calda alchimia che la scuote in ogni parte. Il cuore di Aislinn è diviso: dovrà fare la sua scelta, in un emozionante conflitto tra amore eterno e amore terreno."

Ringrazio Fazi editore per avermi dato la possibilità di leggere questo ebook.
Questa serie mi ha sempre incuriosito e son stata felice di poterla leggere.

Wicked Lovely Series è così composta:
1. Wicked Lovely. Incantevole e pericoloso,
2. Ink Exchange. Sortilegi sulla pelle,
3. Fragile Eternity. Immortale Tentazione,
4. Radiant Shadows. Sublime Oscurità,
5. Darkest Mercy. Discordi Armonie.

Questa è una lettura pensata per un pubblico di giovani lettori, ma per questo non meno adatta anche a chi, come me, è alle porte dei 30 anni.
Una storia semplice, con uno stile scorrevole e mai noioso.
Un romanzo che esce dagli standard del buono e del cattivo, infatti più si entra nella storia, più i confini tra bene e male si fanno confusi e poco chiari.
Le soluzioni non sono semplici, e richiedono grandi sacrifici.

Il mondo fatato fin dalla nascita viene rappresentato per Aislinn come il mondo oscuro, da cui deve stare alla larga, ma da un giorno all'altro le carte in tavola cambiano.
Aislinn si era seduta con Seth nel suo stravagante giardino a osservare la composizione e aveva compreso che la bellezza non nasce dall'ordine ma da un'imprevista armonia. Come stare con Seth.
Aislinn è una ragazza unica, dalla nascita ha la seconda vista che le permette di vedere gli esseri fatati. Questa sue capacità per lei sono una condanna, infatti sua nonna le insegna poche regole che deve sempre rispettare. Senza possibilità di errore.
Mai attirare l'attenzione degli esseri invisibili, non fissarli, non parlare con loro, non scappare di fronte a loro, non toccarli e non permettere che capiscano che lei li vede.
Anche se a fatica, tutto sembra funzionare, finché non entrano in gioco un giovane essere fatato, con poteri particolarmente forti, e una giovane ragazza all'apparenza Morta.
Keenan è sicuro che Ash è la ragazza che sta cercando, è lei destinata ad essere la sua compagna, la sua regina.
Lui è il Re dell'Estate e sta cercando la compagna con cui governare. Ha bisogno di lei per poter neutralizzare i poteri di Beira, che è la Regina dell'Inverno e sua madre.
Beira è in assoluto il personaggio che si è guadagnato la mia totale antipatia. E' crudele, disposta a tutto pur di non perdere il potere, e si ha spesso l'impressione di non capire fino in fondo il suo animo. Ma di una cosa son certa, è la cattiveria fatta persona. Gode nel far del male e nel far soffrire. Vuole un mondo freddo, letteralmente piegato ai suoi piedi.

Keenan è un personaggio complesso, solo a fine romanzo si capisce il suo animo. Sembra disposto a tutto per ottenere quello che vuole, anche se così facendo va contro i suoi stessi ideali o desideri più profondi.
Non siamo gelidi come gli esseri della Corte dell'Inverno, né crudeli come quelli della Corte Oscura. Ma neanche sobri e misurati come le creature dell'Alta Corte, che vivono ritirate nel loro mondo. (...) Le creature dell'Estate sono volubili, impulsive, passionali.
Una nota positiva va a due personaggi: Ash e Donia.
Sono come il giorno e la notte, ma mi son piaciute per il loro animo limpido e per il carattere forte.
Entrambe piegate da un destino più grande di loro, che accettano anche se non di buon grado.
Riescono a trovare il modo per muoversi autonomamente in un gioco che coinvolge tutto il mondo.
Una innamorata di Seth, ma con il terrore di quello che può essere il proprio domani, teme di sbilanciarsi e perdere la serenità che trova solo con lui.
E l'altra, Donia, destinata a vedere l'uomo di cui è innamorata cercare di conquistare una ragazza dopo l'altra per regnare nella serenità.

In conclusione, se non avete ancora letto questa serie, vi consiglio questo primo volume.
Sicuramente continuerò con i restati libri della serie.
Buone letture! <3

Nessun commento:

Posta un commento