mercoledì 27 gennaio 2016

Shadowhunters: serie TV vs Libro vs Film

Buona sera! Oggi sono qui per inaugurare una nuova rubrica del blog, in collaborazione con Ilaria Rodella. Vi lascio il link al suo blog e al suo canale You Tube. ;)

Per partire vi presento questa nuova tipologia di post, come forse si intuisce dal titolo, io e Ila diremo la nostra opinione su dei libri e i relativi film.
Nel caso specifico di oggi ci sarà anche il bonus della serie TV tratta dal libro di Shadowhunters di Cassandra Clare.

Personalmente ho prima visto il film, poi letto il libro ed infine guardato i primi due episodi della serie su Netflix.
Come premessa va detto che, come sempre, il film può trasmettere al massimo il 20% del libro.
Ma mettiamoci il cuore in pace, niente e nessuno può essere all'altezza della mente di un buon lettore. :P

Come capirete esprimerò un parere soggettivo, basato sulle mie preferenze e spero di non fare troppi spoiler. >///< Ovviamente sarei curiosa di sapere anche la vostra opinione in merito.
A volte ci chiamano Nephilim (...) Nella Bibbia erano il frutto dell'unione di angeli ed esseri umani. Secondo la leggenda gli Shadowhunters furono creati più di mille anni fa, quando gli umani stavano per essere distrutti dalle invasioni di demoni provenienti da altri mondi. Uno stregone evocò l'angelo Raziel, che mescolò in una ciotola un po' del proprio sangue con del sangue umano e lo diede da bere agli uomini. Coloro che bevvero il sangue dell'Angelo divennero Cacciatori, e così i loro figli e i figli dei loro figli. La ciotola da allora fu conosciuta come al Coppa Mortale. Anche se forse la legenda non è del tutto vera, ciò che è vero è che nel corso degli anni, quando le fila dei Cacciatori si assottigliavano, era possibile crearne di nuovi usando la Coppa.

La sera in cui la quindicenne Clary e il suo migliore amico Simon decidono di andare al Pandemonium, il locale più trasgressivo di New York, sanno che passeranno una nottata particolare ma certo non fino a questo punto. I due assistono a un efferato assassinio a opera di un gruppo di ragazzi completamente tatuati e armati fino ai denti. Quella sera Clary, senza saperlo, ha visto per la prima volta gli Shadowhunters, guerrieri, invisibili ai più, che combattono per liberare la Terra dai demoni. In meno di ventiquattro ore da quell'incontro la sua vita cambia radicalmente. Sua madre scompare nel nulla, lei viene attaccata da un demone e il suo destino sembra fatalmente intrecciato a quello dei giovani guerrieri. Per Clary inizia un'affannosa ricerca, un'avventura dalle tinte dark che la costringerà a mettere in discussione la sua grande amicizia con Simon, ma che le farà conoscere l'amore.

Il libro mi è piaciuto molto. Nonostante tutte le buone recensioni che avevo letto non mi sono unita subito alla schiera di lettrici di Cassandra Clare. MALE, molto male. Ora sto recuperando, proprio in questi giorni sto leggendo il secondo capitolo di questa serie.
Questa lettura contiene tanti degli aspetti che mi piacciono. Un pizzico di fantasy, un po' di amore, tanta azione, amicizia e intrighi.
Clary, tu sei un'artista, come tua madre. Questo vuol dire che vedi il mondo in modo diverso dalle altre persone. E' il tuo dono vedere la bellezza e l'orrore delle cose di tutti i giorni. Non sei pazza per questo...soltanto diversa, E non c'è niente di male a essere diversi.
Clary del libro mi è piaciuta, è determinata, forse poco attenta a ciò che ha vicino, ma disposta a mettersi in gioco.
Anche se il personaggio che ho amato di più è sicuramente Simon. L'amico friendzonato, un po' (tanto) nerd, che suona in un gruppo e che è disposto a credere in mondo così distante da lui pur di star vicino a Clary. Gioca a Dungeons and Dragon, fa riferimenti ai film Marvel o a dei libri Fantasy. Non si può non amare.
E' per questo che quando i tipi strafighi si incontrano nei film non dicono niente, fanno solo un cenno con la testa che vuol dire: "Io sono uno strafigo e riconosco che anche tu sei uno strafigo." Ma non dicono niente perché sono Wolverine e Magneto, e dare spiegazioni gli rovinerebbe il personaggio.
Nel complesso un bel libro, che mantiene attiva l'attenzione del lettore dall'inizio alla fine.

Dura lex sed lex.
La Legge è dura, ma è la Legge.

Film - Shadowhunters
Clary Fray è un'adolescente newyorkese che, in un locale, assiste ad un omicidio che solo lei sembra in grado di poter vedere. Più tardi, scopre che la madre viene rapita da un misterioso uomo chiamato Valentine, che è alla ricerca della cosiddetta Coppa Mortale. Catapultata quindi in un mondo di cui ignorava l'esistenza, in cui demoni, stregoni, vampiri, licantropi e altre creature leggendarie sono realtà, si affida agli Shadowhunters Jace, Alec, Isabelle e Nephilim che le persone normali non possono vedere, per iniziare un viaggio alla ricerca della madre e alla scoperta di quell'universo di cui anche lei sembra far parte.

Forse andrò contro corrente, ma il film mi è piaciuto tanto.
Ho amato il ritmo di azione, la protagonista Clary, le musiche e le ambientazioni...in generale non mi ha deluso.
Non del tutto promosso è stato uno degli attori - qui so di andare contro corrente, non odiatemi (>-<) - Jace. Jamie Campbell Bower non mi ha convinto nel ruolo di Jace. Sì, potrà essere adatto al ruolo del bello e dannato, ma non rientra nei miei canoni di bello e dannato. Chiedo scusa all'universo femminile per questa affermazione, ma i gusti son gusti. XD
Ho trovato la recitazione convincente, mi son piaciuti certi escamotage che hanno trovato per far tornare tutti i pezzi del puzzle, nonostante tutto son riusciti a tener fede a molte delle scene narrate nel libro. Mi dispiace che non abbiano continuato con i film, ma al loro posto hanno deciso di introdurre una serie TV.

Serie TV - Shadowhunters The Mortal Instruments
Clary Fray è una ragazza perfettamente normale: studentessa alla Brooklyn Academy of Art, vive con la madre Jocelyn nel loro umile appartamento di New York e passa le sue giornate tra l'arte e il migliore amico Simon Lewis. Il giorno del suo diciottesimo compleanno, però, Clary passa la serata al Pandemonium Club, dove assiste a un omicidio che nessun altro - eccetto lei - riesce a vedere. Quando torna a casa, viene attaccata da un demone, ma il ragazzo che aveva visto poco prima al Club, Jace Wayland, la salva. Jace è uno Shadowhunter, metà umano e metà angelo che protegge i Mondani (persone appartenenti al mondo degli umani) dai demoni, e, quando si scopre che anche Clary è una di loro, Jace, insieme ai compagni cacciatori Isabelle e Alec, l'aiuta a scoprire se stessa. Clary deve comprende il prima possibile il potenziale che c'è in lei per poter sconfiggere Valentine Morgenstern, l'uomo più ricercato nel mondo degli Shadowhunter e dei Nascosti, che fino a poco tempo prima si credeva morto ma che ora vuole ottenere la Coppa Mortale, uno strumento che gli permetterà di creare nuovi Shadowhunters che lo aiuteranno a sterminare i Nascosti.

Ok, cosa mi è piaciuto di questa serie? L'intro. <3


I primi minuti di questa serie mi hanno fatto pensare: "Wow, ci siamo. Forse merita davvero..." ecco, alla fine del primo episodio non ne ero più tanto sicura. E gli stessi dubbi li ho avuti guardando il secondo.
Da una serie TV accetto che non sia allineata al libro, mi aspetto delle differenze o dei cambiamenti, cosa che a differenza faccio fatica a digerire in un film.
Sicuramente un paio di episodi non sono sufficienti per urlare il mio amore o il mio odio per questa serie. E qualche dubbio non mi impedirà di continuare la visione della stagione.
Primo contro, il ritmo di narrazione della storia.
Se non avessi letto il libro o visto il film non sarei riuscita a seguire tutto quello che viene spiegato. Troppo veloce per tutta la durata degli episodi, in particolar modo nel primo.
Fatta eccezione per particolari scene che sono state volutamente accentuate.
La protagonista che interpreta Clary non mi ha convinto, per nulla. E non per il colore dei capelli, giuro che quello proprio non è il punto. Non l'ho trovata molto nel personaggio.
In certe scene è...morta.
Il cambiamento che ho fatto più fatica a digerire, rispetto all'originale, è riferito alla figura di Luke, che da uomo un po' scontroso ed eremita hanno trasformato in un poliziotto. O_o
Le ambientazioni non sono come quelle che mi ero immaginata durante la lettura...la casa di Clary e sua madre per esempio era rappresentata come un vecchio appartamento, nella trama della serie è un umile dimora, nelle immagini sembra uscita da una rivista di arredamento. Lo stesso per la città di ossa e i fratelli Silenti o lo stesso Valentine.
Madame Dorothea, la nostra cara vicina di casa che è anche divinatrice e profetessa, è stata trasformata in una giovane donna alla moda e collega della madre di Clary. Mah.
Alec, Isabelle e Jase mi son piaciuti, ma l'istituto mi è sembrato più simile alla sede dei Men in Black. Non so...forse è stato tutto troppo modernizzato.
Isabelle è simile all'immagine che mi si era creata nella mente durante la lettura, ma proprio alcuni degli atteggiamenti che mi hanno convinto per il primo episodio son stati troppo estremizzati nel secondo. Sembra Cat Woman, altro che Nephilim. >///>
Come ripeto ho tanti dubbi sulla serie, ma sicuramente non mi fermo.
Spero solo che Simon, il mio prediletto, tenga alto l'onore nerd. :P

Scherzi? Sono nato terrorizzato...Suonava più divertente quando l'ho pensato.
Nascerà l'amore? Vi terrò aggiornati.
Aspetto anche le vostre impressioni e ricordate di passare anche dal blog di Ilaria, QUI. <3

6 commenti:

  1. Cara Cri, io ti appoggio. Il Campbell non piace per nulla nemmeno a me! Va beh che si chiama "Città di ossa", ma direi che le sue si vedono decisamente un po'troppo!
    Smack
    Ila

    RispondiElimina
  2. Auahauahauhauahahh hai scritto tutto quello che dirò nel prossimo video

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dopo aver visto la terza puntata potrei aggiungere. Che C&$$o di effetti speciali hanno usato?!? Ma ti prego! Già con il portale del primo episodio avevo qualche dubbio, ma dopo la scena della moto di ieri...Piango! ;_;

      Elimina
  3. Auahauahauhauahahh hai scritto tutto quello che dirò nel prossimo video

    RispondiElimina
  4. Quindi non la guardo la serie? Io per ora ho solo letto il libro… Come prima cosa mi dedicherò al film <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! Io ti consiglio di partire da quello, così poi potremo commentare in diretta i futuri episodi e le relative assurdità. :) Aspetto di sapere la tua opinione. <3

      Elimina