giovedì 16 novembre 2017

[Blog Tour] Wonder Mania - La mia Esperienza con Wonder

 

Buongiorno lettori!
Oggi son qui per parlarvi della mia esperienza con un libro speciale: Wonder di R.J. Palacio.

Wonder è un libro che ho amato, sottolineato, riletto, consigliato e regalato perché è una storia fantastica, che affronta delle tematiche delicate ed importanti - malattie, bullismo, l'educazione dei figli - ed è un libro che emoziona, commuove e insegna tanto.

Per cui se ancora non l'avete letto, l'uscita del volume unico vi offre l'occasione perfetta per farlo.
In Wonder. Tutte le storie troverete la storia di Auggie, e i capitoli dedicati a Julian, Christopher e Charlotte.

Wonder. Tutte le storie di R. J. Palacio
Prezzo: € 29,90
Casa editrice: Giunti
Link acquisto Amazon

La raccolta completa delle quattro storie di Wonder. 

Da quanti punti di vista può essere letta una storia? C'è il punto di vista di Auggie naturalmente, ma anche quello di Julian, il più controverso dei personaggi di Wonder, quello di Christopher, il migliore amico di Auggie, o ancora il punto di vista di Charlotte, la compagna di classe che ha il compito di accogliere il nuovo arrivato. Ognuno ha una propria visione della storia, ma anche una nuova storia da raccontare, che si intreccia inevitabilmente con quella di Auggie.

Ho amato lo stile dell'autrice che permette di immedesimarsi in ogni capitolo della storia, che sia narrato da August, da Via, da Julian o da Jack Will.

Infatti vivere le stesse vicende da più punti di vista, ci insegna a non fermarci MAI alle apparenze, che siano il viso diverso del protagonista, il comportamento ambiguo di un amico oppure che sia il cattivo comportamento del bullo della scuola.
Auggie mi ha ricordato che, anche nelle situazioni peggiori o nei momenti difficili, con l'amore e la gentilezza si può affrontare tutto.

Auggie è un bambino intelligente, dolce e simpatico che per colpa del suo aspetto viene spesso denigrato. All'arrivo nella nuova scuola deve dimostrare una forza unica. E con la semplicità del suo carattere ci insegnerà a guardare oltre l'aspetto esteriore. 
Quando ti viene data la possibilità di scegliere se avere ragione o essere gentile, scegli di essere gentile. (Precetto di Settembre del Signor Browne)
In questo libro ogni personaggio assume un ruolo davvero importante.
Dai genitori di Auggie e Via, che diventano pacificatori in caso di discussione tra i figli, colonne che li sostengono in ogni delicato passaggio della vita o semplici presenze che riescono ad alleggerire le situazioni con una battuta o con una carezza.
Il preside e gli insegnati, che cercano di aiutare gli alunni a comprendere l'importanza delle parole e dei piccoli gesti.
La bambina che non accetta le cattiverie rivolte al nuovo compagno di scuola e decide di fare il primo passo per far nascere una bella amicizia.
Al bambino che vuole rimediare ad un cattivo comportamento o a quello che non capisce la gravità delle proprie azioni.
Perché non è sufficiente essere gentili. Bisogna essere più gentili di quanto ci viene richiesto.
La gentilezza è la chiave per arrivare a tutti. E tutti dovrebbero leggere questo romanzo.
Questo libro mi ha ricordato un precetto che i miei nonni mi ripetevano infinite volte: "non fare agli altri quello che non vorresti fosse fatto a te".  

Voglio insegnare a mia figlia ad essere forte ed ironica come Auggie, essere gentile come Summer e ad amare come Via e la sua famiglia.
Ma dovrà anche sapere che alcune volte - come la storia di Julian ci insegna - è la paura che ci porta ad avere reazioni sbagliate o che ci fa dimenticare le cose realmente importanti. Ma anche in caso di errore, bisogna essere in grado di riconoscerlo e di chiedere scusa.

Wonder è una storia che non smetterò mai di consigliare perché insegna il rispetto, l'empatia, la gentilezza, il valore dell'amicizia e della famiglia. Libri come questi sono le chiavi per arrivare all'animo di chiunque.
Le tue azioni sono i tuoi monumenti. (Precetto di Ottobre del Signor Browne)

"Questo precetto significa che dovremmo essere ricordati per le cose che facciamo. Le nostre azioni sono la cosa più importante di tutte. Sono più importanti di quello che diciamo o del nostro aspetto esteriore. Ciò che facciamo sopravvive alla nostra natura mortale. Le nostre azioni sono come i monumenti che la gente ha costruito per onorare gli eroi dopo la loro morte. Sono come le piramidi che gli egiziani hanno costruito per onorare la memoria dei faraoni. Solo che, invece che essere fatte di pietra, sono costruite dal ricordo che la gente conserva di noi. Edificate con la memoria, invece che coi sassi." (August Pullman)


E la vostra esperienza con questi romanzi qual è?

Mi raccomando, passate da tutte le tappe del Blog Tour:
Luigi (EverPop), Roberta (Il colore dei libri), Elisa (Devilishly Stylish), Gabriella (Fangirl in Love with books), Deborah (Leggendo romance), Clarissa (Words of books), Azzurra (Silenzio sto leggendo), Ileana (Oh ma che ansia)

Buone letture!💗

Nessun commento:

Posta un commento